Blog interculturale del Centro delle Culture di Trieste
Wednesday May 22nd 2019

Pages

Insider

Archives

Alice dei Momix al Rossetti 🗓 🗺

Un giorno Alice arrivò ad un bivio sulla strada e vide lo Stregatto sull’albero.
– “Che strada devo prendere?” chiese.
La risposta fu una domanda:
– “Dove vuoi andare?”
– “Non lo so”, rispose Alice.
– “Allora, – disse lo Stregatto – non ha importanza”

Caroll Lewis

Pose molto plastiche per i ballerini della compagnia che hanno però evidenziato una bravura eccezionale che li contraddistingue da sempre e l’aggiunta di effetti e costumi estremamente scenografici e talmente belli hanno reso magico ogni istante di questo ultimo spettacolo presentato dai Momix al Teatro Politeama di Trieste, Alice e il suo Paese delle Meraviglie.

Una analisi accurato del testo, e una suddivisione in momenti cardini del racconto, si snodava man mano in uno spettacolo che nelle nostra città ha voluto un interruzione con intervallo, portando la durata a due ore.

Un’Alice per adulti che ha incantato anche i bambini: un’Alice che vorrebbe entrare in un mondo adulto, senza abbandonare i suoi sogni di bambina e le sue fantasie fiabesche.

Di grande impatto il gioco di luci che si associava alle proiezioni rendendo il palcoscenico un non luogo dove l’estensione dei miraggi si allargavano senza fine.

Di gran competenza anche l’accurata scelta delle musiche che ha visto l’utilizzo anche della colonna sonora dell’ultimo film che ha ottenuto tanto successo.

Dall’apertura del palcoscenico, dove sui tendaggi spiccava il ritratto di Lewis Caroll alla chiusura dello spettacolo con volteggi e salti da parte di tutta la compagnia, la giocosità e la meraviglia non è mancata.

Uno spettacolo applaudito anche a Trieste, che merita esser visto per gli effetti realmente fiabeschi e fantastici che trasmette.

La lettura di un libro, quando è riportata a teatro in questo meraviglioso modo, non può che portarti a scoprire altri modi di interpretare, seppure collegandoli al ricordo di immaginazioni date dalla lettura, da raffigurazioni viste nei libri o da interpretazioni cinematografiche e artistiche.

Il teatro, la danza e l’arte della rappresentazione sono essi stessi parte di una meravigliosa favola.

Laura Poretti Rizman



Momix in Alice, foto fornita da Teatro Stabile del FVG

“Dopo il trionfale debutto a Roma in prima mondiale arriva dal 6 marzo al Politeama Rossetti “Alice” il nuovo spettacolo dei MOMIX. La compagnia diretta da Moses Pendleton si addentra nel mondo fantasioso di Lewis Carroll e trae da avventure e personaggi della celebre favola inedite e magnetiche ispirazioni tradotte in danza. Repliche fino a domenica 10 marzo”.

“Alice” – il nuovo spettacolo dei Momix firmato da Moses Pendleton – arriva a Trieste subito dopo aver letteralmente trionfato alla prima mondiale avvenuta lo scorso 20 febbraio, al Teatro Olimpico di Roma fra applausi scroscianti e standing ovation.
La seconda tappa della tournée – da mercoledì 6 a domenica 10 marzo – porta la celebre compagnia al Politeama Rossetti il cui pubblico che ha sempre riservato ai Momix molta ammirazione e affetto: a partire da “Momix Show” nel 1989, infatti, e poi con tutti i loro principali spettacoli, i Momix sono sempre stati ospiti dello Stabile regionale con la loro danza incantevole e sorprendente.

Il segreto del loro successo (il gruppo è stato fondato da Pendleton 38 anni fa) e della popolarità mondiale ottenuta in una parabola artistica impeccabile, è nella loro originalissima cifra stilistica, che scaturisce da una vena d’inesauribile fantasia e immaginazione che ballerini e coreografo traducono in danza, usando una tecnica perfetta, un’attenta educazione del corpo, una concezione delle luci molto sapiente e una rara e teatralissima capacità di rendere i costumi e altri pochi ed essenziali oggetti di scena lo strumento di una magia senza pari…

Questo mondo poetico è chiaramente in sintonia con quello che un timido professore di matematica dell’era vittoriana, Lewis Carroll, aveva inventato per una bambina di dieci anni e le sue due sorelle, nel corso di un’escursione fluviale. Più tardi, Carroll trascrisse quella favola e la fece illustrare da John Tenniel: e da allora generazioni di bambini e di adulti hanno fatto proprio quell’universo assurdo, curioso, libero dalla logica, colorato come un sogno, pieno di divertimento…

Appare naturale che i Momix abbiano provato ad entrare in questo mondo, a lasciarsi ispirare e ad attraversarlo, restituendone gli scorci più suggestivi e incontrandone le stravaganti creature.
«Non intendo raccontare l’intera storia di Alice» ha dichiarato Moses Pendleton «ma usarla come punto di partenza per dare libero sfogo all’invenzione. Sono curioso di vedere cosa succederà, e sto diventando sempre più curioso quanto più conosco Lewis Carroll, che, come me, era un appassionato fotografo. La storia di Alice è piena di immagini e di logica assurda – prima dell’avvento del surrealismo, esisteva già Alice. “Ask Alice: Chiedilo ad Alice”, cantava Grace Slick in “White Rabbit” – ma diceva anche “feed your head: nutri la tua mente”.(…) È quindi comprensibile il perché penso che Alice sia una scelta naturale per MOMIX e un’opportunità per noi di scoprire fin dove arriva la nostra fantasia. Con questo spettacolo voglio raggiungere sentieri ancora inesplorati nella fusione di danza, luci, musica, costumi e proiezioni (…) Vedo Alice come un invito a inventare, a fantasticare, a sovvertire la nostra percezione del mondo, ad aprirsi all’impossibile. Il palcoscenico è il mio narghilè, il mio fungo, la mia tana del coniglio».».

E così davanti allo sguardo rapito del pubblico, mentre il corpo di Alice cresce o si rimpicciolisce, quelli dei ballerini mutano per mezzo di oggetti, corde e corpi di altri ballerini e passo dopo passo, danno vita al Bianconiglio, al Cappellaio matto, allo Stregatto, alla Regina di Cuori e al Bruco che consiglia ad Alice di mordere il fungo su cui è seduto, con effetti mutaforma: il mondo di “Alice nel paese delle meraviglie” continua a lanciare incantesimi.

Lo spettacolo va in scena da mercoledì 6 a sabato 9 marzo alle ore 20.30, sabato in replica straordinaria anche alle 16 e domenica solo in pomeridiana alle 16 è inserito nel cartellone “Danza” del Teatro Stabile regionale.
I biglietti ancora disponibili si possono acquistare nei consueti punti vendita e circuiti oppure in internet accedendo direttamente dal sito del Teatro, www.ilrossetti.it. Per ogni informazione ci si può rivolgere al numero 040. 3593511.

MOMIX

ALICE

direttore artistico Moses Pendleton tour italiano a cura di Duetto 2000

Share
from to
Arte e spettacolo
Politeama Rossetti, 1, Largo Giorgio Gaber, Città Nuova-Barriera Nuova-San Vito-Città Vecchia, Trieste, UTI Giuliana, Friuli Venezia Giulia, 34126, Italia Mappa

Nella stessa categoria

Ensemble
Ensemble

ENSEMBLE SABATO 25 MAGGIO ORE 20.30 DOMENICA 26 MAGGIO ORE 20.30 HANGAR TEATRI [Read More]

Trio di Parma al Verdi
Trio di Parma al Verdi

TRIO DI PARMA –  pianoforte, violino, violoncello WILLIAM COLEMAN – viola MERCOLEDì 22 MAGGIO, [Read More]

Shantel e Bucovina Club Orkestar
Shantel e Bucovina Club Orkestar

Miela Music Live venerdì 31 maggio ore 21.00 – Teatro Miela SHANTEL & BUCOVINA CLUB ORKESTAR Ultimo concerto [Read More]

Dove bisogna stare
Dove bisogna stare

giovedì 23 maggio 18:00 – Teatro Miela di DOVE BISOGNA STARE Giovedì alle ore 18.00 al teatro Miela una altro [Read More]

Stomp! chiude il cartellone Musical del Rossetti
Stomp! chiude il cartellone Musical del Rossetti

“STOMP al Politeama Rossetti dal 23 al 26 maggio chiude il cartellone Musical e la Stagione dello Stabile del Friuli [Read More]