Blog interculturale del Centro delle Culture di Trieste
Wednesday July 17th 2019

Pages

Insider

Archives

Consigli da applicare sul nostro posto di lavoro

– Raccogliamo in ufficio in un apposito contenitore le cartucce di stampanti e fotocopiatrici e consegnamole al fornitore che provvederà a rigenerarle. I componenti chimici delle cartucce sono molto inquinanti.

– Usiamo penne in plastica riciclata. Con una bottiglia di Pet (classica bottiglia in polietilene dell’acqua minerale) si produce una penna.

– Sostituiamo i pennarelli con matite colorate. I processi di lavorazione di  alcuni coloranti possono emettere sostanze tossiche.

– Attuiamo oltre che in casa anche in ufficio la raccolta differenziata: carta, vetro, plastica, organico. Le bottiglie di vetro non riciclate ma finite nelle discariche ci restano anche per 1.000 anni, quelle di plastica 450.

– Sostituiamo in ufficio i bicchieri usa e getta della macchina del caffè con una tazza portata da casa. In una azienda di 100 dipendenti si risparmierebbero 45 mila bicchierini all’anno pari ad un quintale di plastica.

– Per la corrispondenza interna riutilizziamo il più possibile le buste applicando un adesivo sopra il destinatario precedente. Mediamente un impiegato italiano butta via 15 chili di carta all’anno.

– Facciamo sempre le fotocopie sui due lati del foglio. Se mille impiegati riutilizzassero due fogli al giorno risparmierebbero l’equivalente di 5,2 tonnellate di petrolio.

– Usiamo il più possibile come blocco note i fogli che sono già stampati o fotocopiati da un lato. Riutilizzeremo almeno un chilo di carta alla settimana per la cui produzione, in Italia, occorre l’equivalente di 1,4 chili di petrolio.

– Applichiamo sulla prima pagina dei fax apposite etichette con l’intestazione della ditta. Risparmieremo  un foglio. Per ogni tonnellata di carta da ufficio riutilizzata risparmieremo quasi 1.400 chili di petrolio.

– Utilizziamo più possibile la posta elettronica anziché fogli, buste e francobolli. Salveremo almeno 2 alberi al giorno, risparmieremo l’energia che serve per produrre la carta e il carburante per trasportarla.

– Evidenziamo le scritte con i pennarelli ad acqua ed eliminiamo quelli indelebili. Contengono toluene, xilene, etanolo, tutti solventi dannosi per l’atmosfera.

Share

Nella stessa categoria

Bioest 2016
Bioest 2016

Torna per il 23esimo anno Bioest, la tradizionale Fiera dei prodotti naturali e delle Associazioni ambientaliste, [Read More]

Doggy Bag? Si grazie!
Doggy Bag? Si grazie!

Istituzione del Doggy Bag nei ristoranti di Trieste. Approvata sotto forma di raccomandazione la mozione presentata dal [Read More]

Ferriera di Servola: Manifestazione cittadina
Ferriera di Servola: Manifestazione cittadina

Domenica 31 gennaio 2016 alle ore 15 manifestazione cittadina sul tema della Ferriera di Servola. [Read More]

UNIVILLAGE 2015 “VIAGGIO: Confini, Mobilità, Culture”
UNIVILLAGE 2015 “VIAGGIO: Confini, Mobilità, Culture”

Ritorna il Festival degli studenti all’Università di Trieste, con
 incontri, dibattiti, workshop, teatro, DJ-set e [Read More]

3ª Rampigada Santa
3ª Rampigada Santa

Torna la crono-scalata di Scala Santa per dimostrare a tutti che se si può andare su di là a piedi o in bicicletta, [Read More]