Eronda: Omaggio a Munari, 1961 🗓

C’è una novità in città! Una mostra di opere grafiche di Eronda, graphic designer, allievo di Bruno Munari, che dedica al suo maestro una suite di 8 collage datati 1961.
Da qui il titolo della mostra “Eronda: Omaggio a Munari, 1961.”, che si inaugura a Trieste venerdì 16 ottobre prossimo, alle 18.30, nella saletta espositiva del Mini Mu (via Weiss, 15), dentro il Parco di San Giovanni.

Eronda: Omaggio a Munari, 1961, immagine fornita da Eronda

“In sinergia con il Gruppo Immagine di Trieste, che con il MiniMu si ispira al metodo pedagogico di Bruno Munari – commenta Marco De Donà, presidente di Fondo Eronda – è stato facile trovare un punto d’intesa e creare questa esposizione che racconta il felice incontro tra Mario de Donà, in arte Eronda e Bruno Munari alla fine degli anni ’50 del secolo scorso”. Saranno presentate e esposte due suite grafiche: una serie di tempere con diavoli e robot, ultimo atto pittorico di Eronda dove
“ Per Eronda -commenta il critico Erik Balzaretti- si tratta di attualizzare un tema tradizionale della cultura montana, da cui derivava, e nel contempo avvicinarsi ai simboli della contestazione e alla satira sulfurea attraverso il passaggio dalla fascinazione per la tecnologia alla critica dell’uomo e del bambino, vedi il Robot con il trenino, ridotti ad automi”.

Seconda suite: 8 opere a collage, le prime di una lunga serie, dedicati (con una nota autografa ritrovata negli archivi) proprio a Bruno Munari, a ringraziamento concreto del suo insegnamento.
Qui, ci spiega Erik Balzaretti, Eronda “approda a un figurativo tecno-pop, con tema robotico-televisivo, realizzato con collage, dove sono visibili le antenne televisive che invadevano le skyline delle nostre città sin dalla fine degli anni Cinquanta, i segni iconici dei tasti e delle perforazioni elettroniche e sicuramente influenzato dal design seminale della Phonola SA-SIMI con il modello di televisore “Marziano””.

La mostra, ci ricorda Ferruccio But, vicepresidente di Gruppo Immagine Trieste, si inserisce in un più ampio progetto del Mini Mu, a cui partecipa anche la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, e sarà aperta fino al 25 ottobre, con orario 17.00-20.00 e con la possibilità di visite guidate.

from to
Scheduled Arte e spettacolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.