Gaia e Re Ciclo 🗓

L’ecologia spiegata ai bambini in una fiaba coloratissima

che insegna il valore del riciclo!

 

GAIA E RE CICLO

 

da un’idea di Zita Fusco

con Zita Fusco e Valentino Pagliei

 

Domenica 20 novembre – ore 11

Teatro Orazio Bobbio

spettacolo per famiglie

L’ecologia è sicuramente un tema che ci deve stare a cuore e la piccola Gaia ne sa qualcosa! La sua pancia è gonfia come un palloncino e dopo mille avventure scopre che dentro di lei c’è un vero è proprio Mondo da curare e amare. Evitare che si inceppi in fondo non è difficile, basta prendersene cura e far tornare tutto in circolo come la natura ci insegna.

Un amico l’aiuterà a capire tutto questo, il Re del riciclo!

Lo racconta GAIA E IL RE CICLO, la produzione del Teatro La Contrada con Zita Fusco e Valentino Pagliei in scena per tutti i bambini e le famiglie al Teatro Orazio Bobbio domenica 20 novembre, alle ore 11, nell’ambito della rassegna di Teatro Ragazzi 2022/2023 – Ti racconto una fiaba.

«Ho sempre pensato che uno spettacolo deve dare a un bambino la gioia e la magia del teatro, ma anche lasciare qualcosa», dice Zita Fusco. «Dopo aver fatto lo spettacolo “Sisì, Ottone e la cantina musicale”, dove insegnavo ai bimbi la musica, mi sono chiesta quale fosse il tema che poteva interessare di più: ma certo, l’ecologia, il riciclo e la salvaguardia del pianeta!».

Il nome perfetto per una bambina che racconta l’ecologia è Gaia, come la Terra. Lo spettacolo gioca su un doppio binario: noi siamo quello che mangiamo, e quello che facciamo. Se rispettiamo il nostro corpo, rispettiamo anche l’ambiente esterno. Gaia infatti ha un brutto mal di pancia perché ha mangiato “schifezze” coi suoi amici e buttato dentro il piccolo mondo che c’è in se stessa qualcosa che non le fa bene. E così il suo meccanismo si inceppa. La stessa cosa succede nel mondo: dobbiamo prenderci cura di lui senza buttare delle “schifezze” che lo fanno inceppare. Navigando nel piccolo mondo che c’è dentro di lei, Gaia ritrova l’avventura nel mondo estero: scoprendo oceani con troppa plastica, foreste tagliate perché usiamo troppa carta impara a riciclare e non sprecare. Insomma, a salvaguardare se stessa e il mondo.

E Gaia coinvolgerà direttamente anche i bambini chiedendo loro di costruire una foresta, per far capire quanto sia faticoso crescere per un alberello, e quanto tutti insieme siano la potenza della foresta, polmone della Terra.

Durante la pandemia Gaia ha inventato anche un canale Youtube per insegnare a fare lavoretti di riciclo creativo: anche attraverso il gioco il bambino può toccare con mano che un piccolo oggetto, che altrimenti butterebbe via, può essere rimesso in circolo. Re Ciclo spiega proprio che tutto nella natura può essere rimesso in circolo, mentre lo zampino dell’uomo ogni tanto inceppa questo ingranaggio perfetto.

Biglietti in vendita presso la biglietteria del Teatro (Via del Ghirlandaio, 12 • tel. 040.390613/948471), presso TicketPoint (Corso Italia, 6/c • tel. 040.3498276), sulla App gratuita della Contrada e on line sui siti contrada.it e vivaticket.it.

Scheduled Arte e spettacolo Primo Piano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.