Blog interculturale del Centro delle Culture di Trieste
Wednesday July 17th 2019

Pages

Insider

Archives

Giorgia, Senza paura

 

Giorgia tour 2014
Senza paura

Un pubblico composto, fatto di molte mamme e bambine, ma anche di persone di tutte le età, quello che attende l’inizio del concerto di Giorgia che apre al Palafabris di Padova il suo tour 2014. Porta un titolo, Senza paura,  che esprime una maturità e un equilibrio che solo una donna soddisfatta in tutti i settori che nella sua vita ricoprono importanza, puô raggiungere.
Giorgia é una cantante che ha saputo dimostrare fin dagli esordi la sua talentuosa capacità  nei virtuosismi delle esibizioni, giocando e modulando la sua voce con gran maestria. Scoperta ed apprezzata dal Pippo nazionale ė riuscita a farsi ben presto conoscere al grande pubblico e la sua collaborazione con musicisti e parolieri di gran talento hanno fatto fatto il resto. Nel corso della sua carriera si ė presentata al suo pubblico attraversando le emozioni della sua vita, e ora, madre, artista e moglie, acquisisce la sicurezza ed abbandona la paura.
Un album questo suo ultimo, particolarmente delizioso e Padova è stata onorata nell’aprile il suo tour.
Il Palafabris risulta all’apertura del concerto esser tutto pieno di persone ma già nel primo pomeriggio per chi cercava posti non c’era altro che qualche sparuto posto in piedi o qualche orfanello sparso qua è la, ovvero soltanto qualche singolo posto in mezzo ai prenotati.
Apre il concerto  con la canzone madre del suo ultimo lavoro, Quando una stella muore,  avvolta dal sapiente utilizzo di alcuni fasci di luce rossa e da tre  proiezioni su schermi  eretti sul palco ed affianco ad esso. In questi video a tratti si vedono immagini preparate ed a tratti riprese dirette che evidenziano particolari della cantante che altrimenti non sarebbe visibile dal grande pubblico.

La sua voce ammalia e incanta come il canto delle sirene, intrappolando le emozioni del pubblico in una ragnatela virtuale. I brividi sono palesi, così come l’entusiasmo e l’acclamazione al sentirla ancora.

 

Elegantissima anche se veste sportivo, lei si presenta con un una tuta lussuosa con inserti luccicanti: un completo nero con pantalone e canotta con inserti argento sulle spalline che la fanno assomigliare e ad una guerriera e rimene dietro  la proiezione di una goccia che si apre come un tulipano, mentre sfumature verdi si irradiano sul pubblico in questo concerto che inizia alla grande dimostrando tutta la sua a capacità che sembra non avere davvero mai fine

Ogni canzone un colore diverso, come il sapore e come la passione.

Racconta di se, del  suo medico personale di Padova, di un capodanno trascorso a casa di amici in questa città, della sua caduta sul palcoscenico all’ultimo concerto, della quale tutti i suoi fans si ricordano.

Scherza con il pubblico prendendo in giro anche se stessa e la sua scarsa resistenza al bere, ringrazia per i fiori, i dolci e i regali ricevuti. Parla tanto Giorgia tra una canzone e l’altra, nel suo tipico accento romano, e non si dimentica di nessuno, primo tra tutti la sua spalla Maurizio.

Finiti i saluti riprende il concerto, mentre meduse e tacchi alti scorrono sullo schermo, giallo e nero ora sono i suoi colori e  vestendo scarpe di ginnastica ai piedi e cappellino con frontino  in testa Giorgia canta:

dammi un colore
e non ti sbagliare
ricordati che
non c’è padrone che ci possa comandare.

 A metà concerto scende di nuovo  tra il pubblico, ricevendo continui regali e si dirige dalla parte  opposta del palco, dove è stato allestita una piccola pedana da dove  canta le canzoni richieste via web, permettendo al resto del pubblico presente di poterla ascoltare e vedere più da vicino.

Una Band fantastica l’accompagna: Sonny T.  (Thompson) al basso, Giorgio Secco alla chitarra, Gianluca Ballarin alle tastiere, Claudio Storniolo al piano e Mylious Johnson alla batteria.

Acclamata a gran voce per un bis, Giorgia si concede omaggiando nei ringraziamente quanti hanno contribuito alla realizzazione del Tour e al suo primo fan club, proveniente da Vicenza. Ricorda i primi anni del suo successo e in particolare il 1994, quando Jovanotti cantava la sua Serenata Rap, ma dopo l’omaggio a Laura Pausini con Strani Amori conclude dedicando al suo pubblico la sua amorevole attenzione.

E solo uno fra tanti
importerà come sei
come guardo io adesso
il tuo viso mai nessuno al mondo così potrà mai
sono io fra tanti

 

 

 

Giorgia scaletta tour 2014

Intro
Quando una stella muore
Non mi ami
Come saprei
Spirito libero
Sembra impossibile
Girasole
Gocce di memoria
Medley: Nasceremo – Come Thelma e Louise – Infinite volte – Parlo con te
Happy (cover di Pharrell Williams suonata dalla band)
Il mio giorno migliore
Per fare a meno di te
La gatta
Pregherò
Chiaraluce
Vivi davvero
Marzo
La mia stanza
Tu mi porti su
Di sole e d’azzurro

Bis:
Strani amori (cover di Laura Pausini)
E poi
Io fra tanti

 

 

 

 

 

©Laura Poretti Rizman

Foto fornita da Zed Foto fornita da Zed

Domani, al PalaGeorge di Montichiari, il nuovo tour di GIORGIA

Giorgia

4 maggio, ore 21,30

PalaGeorge, Montichiari (BS)

Biglietti disponibili

Domani il nuovo atteso tour di Giorgia arriva al PalaGeorge di Montichiari. Un appuntamento con una delle voci più belle della musica italiana, tornata quest’anno con un nuovo album di inediti. 

L’artista romana, considerata da Billboard una delle più capaci cantanti italiane, alla 23^ settimana dall’uscita del suo nono lavoro, Senza Paura, continua a mantenersi tra le prime 15 posizioni delle classifiche di vendita nazionali. Un successo suggellato dal riconoscimento come Best Album nei Velvet Awards 2014 (con 36.543 voti), dal secondo piazzamento nella classifica di Melodicamente e dalla nomination ai World Music Awards nella medesima categoria.

Complice di questa escalation trionfale, culminata con il disco di platino dello scorso gennaio per le 50.000 copie vendute, la scelta di una serie di singoli in cui la vocalità di Giorgia ha sposato tutte le declinazioni della femminilità. Dalla poesia di Quando una stella muore, disco di platino, al sound internazionale nel duetto I will pray con Alicia Keys, massima espressione dell’R&B statunitense, già disco d’oro, all’ultimo Non mi ami, pubblicato il mese scorso e diventato in breve tempo un inno contro la violenza di genere.

Un brano, quest’ultimo, corredato da un video in cui Giorgia compare nuda e magrissima nella sua interpretazione dell’amore malato, che l’ha portata ad ergersi a simbolo della femminilità e a posare nelle copertine delle più importanti riviste italiane.

I biglietti sono in vendita online al sito www.fastickets.it e www.zedlive.com e presso la cassa del PalaGeorge prima del concerto.
Per informazioni  www.zedlive.com Tel 0498644888

Parte dal PalaFabris, a Padova, il nuovo tour di 
Giorgia che torna con un nuovo album

Giorgia
3 maggio, ore 21,30
PalaFabris, Padova

Una delle più belle voci della musica italiana, Giorgia, torna con un nuovo album e un nuovo tour, che partirà proprio da Padova il 3 maggio.
Quando una stella muore è primo singolo del nuovo lavoro di Giorgia (in uscita il 5 novembre) ed è attualmente in programmazione nelle radio.
Dopo il successo del multiplatino Dietro le apparenze, Giorgia ritorna con un nuovo progetto con canzoni scritte da lei e importanti collaborazioni italiane e internazionali.
Un brano dell’album porta la firma di uno dei più prestigiosi autori italiani che Giorgia voleva da tempo e tra i nomi internazionali torna Busbee (autore della hit E’ l’amore che conta) per Did I Lose You cantata con Olly Murs, superstar del pop inglese che il pubblico italiano ha potuto vedere a San Siro con Robbie Williams.

Un disco suonato in presa diretta con tutti i musicisti nella sala di ripresa e che vede Gary Novak alla batteria, Reggie Hamilton al basso, Michael Landau alla chitarra, Jeff Babko al pianoforte, rhodes, hammond B3 e tastiere.

A macchine ed elettronica Giorgia ha voluto unire strumenti veri suonati da grandi musicisti, per un perfetto e innovativo mix.

La prima parte di registrazione dell’album è avvenuta negli storici Sunset Sound di Hollywood, dove sono nati i dischi dei grandi della musica da Led Zeppelin a Rolling Stones, da Prince a Pharrell Williams

La maggior parte dei brani è stata registrata da Csaba Petocz (fonico produttore di dischi storici come quelli di Cher, Metallica, LeAnn Rimes, Mark Knopfler, Korn e Ben Folds) presso lo studio 3, quello preferito da Prince e quello in cui ha registrato “Sign of the times” e molti dei suoi album successivi.

Michele Canova – produttore dell’album – ha successivamente arrangiato ed editato le performance dei musicisti nel suo studio di Los Angeles all’interno del complesso Sunset Sound.

I biglietti sono in vendita online al sito www.fastickets.it e www.zedlive.com e presso Coin Ticket Store Padova e Treviso, la biglietteria del Gran Teatro Geox (dal lunedì al sabato dalle 1430 alle 1930 tel. 0490994614), le prevendite del circuito ZED (elenco al sito www.zedlive.com) Primi alla Prima (bcc e Casse Rurali Trentine), SuperFlash, Unicredit, Cariveneto e Ticketone.
Per informazioni  www.zedlive.com 049/8644888

Parte domani dal PalaFabris, a Padova, il nuovo tour di Giorgia

Giorgia

Senza paura

3 maggio, ore 21,30

PalaFabris, Padova

 

Una delle più belle voci della musica italiana, Giorgia, torna dal vivo con un tour che partirà proprio da Padova domani 3 maggio.

È stato nel giorno del suo compleanno, lo scorso sabato 26 aprile, che Giorgia ha fatto vibrare gli studi di Amici a Roma grazie alla sua voce soul dall’estensione di tre ottave e mezzo, duettando con i ragazzi della squadra bianca in gara. Ed è da lì che ha lanciato le date del suo Senza Paura Tour 2014, che da questa settimana la vedrà calcare le scene dei maggiori palasport italiani.

L’artista romana, considerata da Billboard una delle più capaci cantanti italiane, alla 23^ settimana dall’uscita del suo nono lavoro, Senza Paura, continua a mantenersi tra le prime 15 posizioni delle classifiche di vendita nazionali. Un successo suggellato dal riconoscimento come Best Album nei Velvet Awards 2014 (con 36.543 voti), dal secondo piazzamento nella classifica di Melodicamente e dalla nomination ai World Music Awards nella medesima categoria.

Complice di questa escalation trionfale, culminata con il disco di platino dello scorso gennaio per le 50.000 copie vendute, la scelta di una serie di singoli in cui la vocalità di Giorgia ha sposato tutte le declinazioni della femminilità. Dalla poesia di Quando una stella muore, disco di platino, al sound internazionale nel duetto I will pray con Alicia Keys, massima espressione dell’R&B statunitense, già disco d’oro, all’ultimo Non mi ami, pubblicato il mese scorso e diventato in breve tempo un inno contro la violenza di genere.

Un progetto impegnato nelle sonorità e nelle tematiche, quello della cantante, finalmente in concerto anche per il pubblico di Padova in un live che si preannuncia tra i più emozionanti di sempre.

Per informazioni  www.zedlive.com 049/8644888

BIOGRAFIA

Giorgia nasce a Roma il 26 aprile del 1971
È stata riconosciuta come una delle più grandi interpreti del panorama internazionale da diversi artisti tra i quali Anastacia, Herbie Hancock, Elton John, Michael Bublé oltre che dalla famosa rivista statunitense Billboard, che l’ha definita «in grado di fare lo stesso successo anche negli USA».
Giorgia nel 1993 presenta a Sanremo Giovani “Nasceremo” classificandosi prima e ottenendo l’accesso al Festival di Sanremo dell’anno successivo nella sezione Nuove Proposte. In quell’occasione Giorgia canta una delle sue canzoni più note ed impegnative, E poi,.
Nel 1994 il primo disco, intitolato semplicemente “Giorgia”.
Qualche tempo dopo viene invitata da Luciano Pavarotti al Pavarotti & Friends, dove interpreta un brano dei Queen, Who Wants To Live Forever, mettendo ancora in mostra la grande estensione e l’agilità vocale. La stessa sera duetta con il “maestro” in una versione del classico della musica partenopea Santa Lucia Luntana.
Alla vigilia di Natale del ’94 si esibisce davanti al Papa in Vaticano, cantando al fianco di Andrea Bocelli, con il quale nel 1995 incide la nota Vivo per lei.
Nel 1995 torna a Sanremo ed è la conferma del suo successo con “Come saprei”
Nella primavera del 1995 Giorgia è invitata ad esibirsi in presenza di Papa Wojtyła sul sagrato della Basilica di San Pietro in Vaticano.
Successivamente viene pubblicato l’album Come Thelma & Louise (1995).
L’anno successivo, nel 1996, Giorgia decide di rimettersi in gioco tornando al Festival, arrivando terza con “Strano il mio destino”.
“Strano il mio destino” (Live & studio 95/96) sarà il nuovo lavoro discografico.
Nel 1997 Giorgia incontra Pino Daniele: l’amicizia che nasce tra i due artisti sfocia nella collaborazione artistica per l’album “Mangio troppa cioccolata”.
Il disco è prodotto proprio dal musicista napoletano. Giorgia ricambia subito il favore prestando la sua voce a “Scirocco d’Africa”, canzone inserita nel disco di Pino Daniele “Dimmi cosa succede sulla terra”.
Nel 1999, forte dell’esperienza acquisita, affronta il nuovo disco Girasole, del quale cura sia la produzione esecutiva sia quella artistica.
Sempre nel 1999, Giorgia diventa ambasciatrice dell’Unicef. E nello stesso anno esce in Spagna, Portogallo e America Latina il disco “Giorgia Espana”.
Il 2000 porta in dote preziosi incontri musicali e artistici: prima ospita in un suo concerto torinese Michael McDonald, poi è lui a ricambiare la cortesia invitandola per il suo show al Forum di Assago, a Milano. L’emozione più forte, però, arriva al Summer Festival di Lucca, quando è addirittura Ray Charles ad invitarla sul palco per cantare “Georgia on my mind”.
Nel 2001 arriva Senza Ali (2001), progetto internazionale registrato tra Minneapolis e Los Angeles con il fonico di Santana, negli stessi studi dove incide Madonna, e prodotto da Michael Baker (direttore artistico di Whitney Houston e arrangiatore di Aretha Franklin), vanta la collaborazione di musicisti di grande spessore artistico tra cui la collaborazone con di Ricky Peterson (produttore di Prince), ma, soprattutto, splende ancora una volta un ospite eccezionale come Herbie Hancock, che appare nel brano “Il mare sconosciuto” e dichiara: «Giorgia è fantastica perché non ha paura di rischiare. Quando improvvisa, sa come preservare il suono prezioso della sua voce. Quando canta, ha una luce dentro».
Sempre nello stesso anno, l’artista ritorna al Festival, con Di sole e d’azzurro, scritta per lei da Zucchero.
Grande valore, per Giorgia, riveste l’esperienza del palco, il contatto diretto con il pubblico. Già fin dal 1995 la cantante può contare su una band d’eccezione, formata prima da Rickey Minor (direttore artistico delle tournée della grandissima Whitney Houston), Vernon Black (chitarrista di Mariah Carey, Aretha Franklin e altri grandi) e in seguito dalla ex New Power Generation di Prince (composta da Michael B., Sonny T. e Tommy Barbarella), che diventa poi il suo gruppo ufficiale.
Nell’estate del 1999 Giorgia è ospite del grandissimo jazzman Herbie Hancock in un tour a due voci nei più prestigiosi festival europei: Montreux, Umbria Jazz, Londra, Antibes, Malta, Summer Festival di Lucca. Insieme a lui, Giorgia canta classici di Gershwin, ma anche alcune delle sue canzoni. La collaborazione non si esaurisce all’esperienza di un’estate, perché nel 2000 Herbie la vuole alla Royal Festival Hall di Londra assieme a Youssou N’Dour.
Nel 2002 esce Greatest Hits – Le cose non vanno mai come credi, raccolta di successi con l’aggiunta di tre inediti: la hit Vivi davvero, Marzo (canzone dedicata ad Alex Baroni ) e una nuova versione di E poi. (il disco supera le 700000 copie).
L’anno si chiude con il duetto insieme all’ex-Boyzone Ronan Keating. La canzone è We’ve Got Tonight, una cover di un successo di Bob Seger, e il duetto con Keating viene lanciato in tutta Europa.
Il 2003 si apre di nuovo all’insegna del successo, grazie alla collaborazione di Giorgia con il regista Ferzan Ozpetek per il film La finestra di fronte: Giorgia firma il tema principale Gocce di memoria.
Nell’estate 2004, mentre Giorgia gira l’Italia con il tour esce il primo DVD, intitolato Giorgia Ladra Di Vento Live 03/04, registrato durante il concerto del 19 dicembre 2003 a Milano. “ladra di vento” è il titolo del suo disco (2003).
MTV Unplugged: Giorgia
Nel 2005 pubblica MTV Unplugged: Giorgia, il primo disco Unplugged (a cui fa seguito il DVD, qualche mese dopo) di un artista italiano e ripreso in esclusiva da MTV
Nuovi arrangiamenti vengono composti per le versioni acustiche di alcuni dei suoi brani più famosi che vedono l’accompagnamento della leggenda del jazz Terence Blanchard, altro ospite d’onore di Giorgia nel suo “unplugged”.
Stonata, l’album del 2007
Nell’ottobre 2007, Giorgia torna nella scena musicale italiana
Stonata contiene un importante duetto con Mina (Poche parole), ma nel disco intervengono anche altri artisti: Beppe Grillo e l’amico di vecchia data Pino Daniele
Nel 2008 su iTunes viene pubblicato un documento straordinario l’EP “Giorgia-live alla casa del jazz”, con alcuni standard jazz eseguiti nel novembre 2007 in un concerto alla Casa del jazz di Roma. Il cd balza immediatamente al primo posto della chart e vi rimane per diverse settimane.
Spirito libero: il primo cofanetto di Giorgia
Il 21 novembre 2008 è uscito il cofanetto di Giorgia intitolato “Spirito libero – Viaggi di voce 1992-2008”. Contiene la storia della carriera artistica della cantautrice, a partire dai suoi primissimi esordi nel 1992 con “Io vorrei la pelle nera”, fino ad oggi.
Dopo l’esperienza di qualche anno prima come co-conduttrice con “Mezzogiorno con“, torna a lavorare come speaker radiofonica, nel programma di RaiRadio2 “Radiodue on my mind” (titolo che cita la celebre Georgia on my mind di Ray Charles).
Il 21 aprile 2009, con Ligabue, Jovanotti, Laura Pausini, Tiziano Ferro e tanti altri, registra la canzone “Domani 21/04.09”, cover di un brano di Mauro Pagani, realizzata a scopo benefico a seguito del sisma avvenuto in Abruzzo.
Il 21 giugno partecipa in veste di madrina, al concerto “Amiche per l’Abruzzo” che ha riunito sul palco dello Stadio Meazza 46 cantanti italiane tra le quali Laura Pausini (organizzatrice dell’evento), Elisa, Gianna Nannini e Fiorella Mannoia. In questa occasione, nasce il sorprendente duetto con Gianna Nannini. La canzone “Salvami” conquista un meritato Wind Music Awards di platino per le vendite all’Arena di Verona.
Tutte le donne della musica Italiana unite in un grande concerto si sono date appuntamento domenica 21 giugno 2009 allo stadio San Siro di Milano per aiutare concretamente (destinando il ricavato ai colpiti dalla calamità) l’Abruzzo colpito da un catastrofico terremoto: madrine dell’iniziativa, sono Laura Pausini, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia, Giorgia ed Elisa;
così 2009 per la prima volta cinque grandi artiste italiane si uniscono per realizzare progetti di solidarietà attraverso la musica e l’arte in generale:
nasce Madraxa, acronimo di ‘MADRine Amiche X l’Abruzzo’, fondato da Laura Pausini, Gianna Nannini, Fiorella Mannoia, Elisa e la stessa Giorgia.
Nel novembre 2009 Giorgia è ospite nel disco di Gianna Nannini “dream” partecipando ad un duetto con Gianna Nannini nel brano “salvami” che riscuote un grandissimo successo.
Nel 2010 ha duettato con Elisa nella ninna ninna “Pour que l’amour me quitte” contenuta nell’album di Elisa:“Ivy”2010
Nel 2010 Giorgia affida le sue cure manageriali a Fabrizio Giannini e si affida a un grande produttore, Michele Canova, per lavorare al suo nuovo lavoro discografico:
il 6 settembre 2011 esce il nuovo disco di Giorgia “DIETRO LE APPARENZE”
Il disco vanta collaborazioni importanti tra cui Eros Ramazzotti e l’autore americano Busbee .
“Tu mi porti su” , brano scritto da Jovanotti per Giorgia, quinto sigolo di successo estratto dall’album, si classifica al primo posto dei brani più trasmessi in radio nel 2012.
Dietro le apparenze,  è un disco doppio platino con una performance in classifica straordinaria: 2 volte al primo posto, 7 volte nella top 5, 17 volte nella top 10, 32 volte nella top 20, 52 volte nella top 50.

I cinque singoli estratti dall’album – “Il mio giorno migliore”, “E’ l’amore che conta”, “Inevitabile”, “Dove sei”, “Tu mi porti su” – sono stati per settimane tra i brani più trasmessi dalle radio.
Giorgia con Dietro le apparenze è ai vertici dell’eccellenza vocale e compositiva: nove delle delle tredici canzoni dell’album portano la sua firma.
Sono testi diretti, pieni di vita vissuta, non sbandierata, ma raccontati e guardati in faccia in un momento in cui il sole ha deciso di fare capolino da dietro le nuvole. Canzoni perfette, in cui identificarsi profondamente fino ad emozionarsi.
“Dietro le apparenze” è stato anche un tour di grandissimo successo che ha debuttato nel gennaio del 2012 e ha salutato dodicimila spettatori nell’ultima data il 14 settembre all’Arena di Verona
Tra i vari impegni umanitari di Giorgia vanno ricordati quello, sotto l’egida dell’Unicef, per l’istruzione dei bambini e delle donne nel sud del mondo. Giorgia è stata nominata nel 1999 ambasciatrice dell’Unicef e dal 2005 è madrina dell’associazione “Tartallegra“.
Il 5 novembre 2013 uscirà il nuovo album anticipato dal singolo Quando una stella muore in tutte le radio dal 4 ottobre.
DISCOGRAFIA
• 1994 – Giorgia
• 1995 – Come Thelma & Louise
• 1996 – Strano il mio destino (Live &studio 95/96)
• 1997 – Mangio troppa cioccolata
• 1999 – Girasole
• 2001 – Senza ali
• 2002 – Greatest Hits – Le cose non vanno mai come credi
• 2003 – Ladra di vento
• 2005 – MTV Unplugged
• 2007 – Stonata
• 2008 – Spirito libero – Viaggi di voce 1992-2008
• 2011 – Dietro le apparenze
DVD
• 2003 – Ladra di Vento
• 2005 – MTV Unplugged

Share

Nella stessa categoria

Festival Jazz all’Arco di Riccardo
Festival Jazz all’Arco di Riccardo

“Festival Jazz all’Arco di Riccardo”. Prosegue la rassegna estiva musicale a ingresso libero in programma [Read More]

Programma estivo di concerti di Orchestra Vecia Trieste e GuggenBand Muja
Programma estivo di concerti di Orchestra Vecia Trieste e GuggenBand Muja

Programma estivo di concerti di Orchestra Vecia Trieste e GuggenBand Muja Anno intenso per l’Associazione [Read More]

Angelo Branduardi a San Giusto
Angelo Branduardi a San Giusto

HOT IN THE CITY PRESENTA ANGELO BRANDUARDI IN CONCERTO SABATO 20 LUGLIO 2019 h 21 Piazzale Castello di San Giusto [Read More]


Warning: mime_content_type(/freaks/wp-content/uploads/2019/07/©2018-Alain-Hanel-OMC-42-150x150.jpg) [function.mime-content-type]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.freaksonline.it/home/freaks/wp-content/themes/antisnews/cropper.php on line 401

Warning: finfo_file(/freaks/wp-content/uploads/2019/07/©2018-Alain-Hanel-OMC-42-150x150.jpg) [function.finfo-file]: failed to open stream: No such file or directory in /web/htdocs/www.freaksonline.it/home/freaks/wp-content/themes/antisnews/cropper.php on line 409
Monsieur Choufleuri
Monsieur Choufleuri

L’Operetta di Offenbach al Castello di San Giusto nell’ambito di Triestestate, manifestazione promossa dal Comune [Read More]

Un ozioso disinteresse, un fantasioso incanto, replica
Un ozioso disinteresse, un fantasioso incanto, replica

STORIE NELL’ARTE percorsi teatrali Giugno – settembre 2019 MUSEO REVOLTELLA – TRIESTE Venerdì 19 luglio [Read More]