Il TSS festeggia online la Giornata Mondiale del Teatro

GIORNATA MONDIALE DEL TEATRO – 27.03.2021

IL TSS la festeggia online

Dan gledalisca, nella foto: l’attrice Nikla Petruška Panizon durante la realizzazione del video, foto fornita da TSS

»So che la magia si nasconde ancora tra le tue poltrone foderate di rosso, tra i riflettori e il sipario. E che la saprai ritrovare« – così scrive una giovane spettatrice in una lettera al Teatro Stabile Sloveno di Trieste che ora è pubblicata in un volume uscito in questi giorni in Slovenia e che raccoglie cento lettere che appassionati di teatro hanno dedicato alle proprie istituzioni preferite nel periodo della pandemia.

Il libro è stato il regalo che il TSS ha ricevuto alla vigilia della Giornata mondiale del teatro, che mai come ora è diventata un momento per ripensare al valore della cultura e al problema della sua assenza. Dei lavoratori dello spettacolo e della loro drammatica situazione si parla pochissimo, per questo l’omaggio simbolico alla categoria e all’arte che esprime assume un significato particolare per accendere idealmente i riflettori sulle sale ancora, inesorabilmente vuote.

L’International Theatre Institute – Unesco è dal 1961 il promotore della Giornata e quest’anno ha invitato gli operatori del settore a aderire a una giornata intera di programmazioni in streaming. Il messaggio internazionale (tradotto in oltre 50 lingue) è stato affidato al premio Oscar Helen Mirren. L’abitudine vuole sia letto il 27 marzo prima dell’inizio degli spettacoli. A sipario chiuso, il Teatro Stabile Sloveno ha deciso di mantenere la tradizione con un video online, che sarà disponibile su facebook e sul suo canale youtube già venerdì sera dalle ore 21 in poi.

Gli attori Danijel Malalan, Tina Gunzek e Nikla Petruška Panizon leggeranno il messaggio internazionale (nella traduzione slovena e italiana) e quello sloveno, scritto dall’attore Saša Tabakovič. Le registrazioni sono state effettuate negli spazi del teatro e prevedono un omaggio fotografico sul tema del rapporto fortissimo tra sala e palcoscenico, tra il pubblico e gli attori, nella speranza venga ristabilito prima possibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.