IVIPRO DAYS 2022

 Trieste Science+Fiction Festival 22^ edizione | Trieste, 1 – 6 novembre 2022

 

 IVIPRO DAYS 2022, ANNUALE APPUNTAMENTO DEDICATO AL VIDEOGIOCO, ARRIVA A TRIESTE IN OCCASIONE DEL SCIENCE+FICTION FESTIVAL

IVIPRO DAYS 2022,  l’appuntamento annuale dedicato al videogioco come risorsa per raccontare il territorio e il patrimonio culturale, quest’anno si svolgerà in Friuli Venezia Giulia l’1 e 2 novembre nell’ambito del Trieste Science+Fiction Festival, che dall’1 al 6 novembre porta sul grande schermo le migliori produzioni di genere fantastico, con oltre 50 anteprime cinematografiche mondiali, internazionali e nazionali e tre concorsi alla presenza di registi, attori e autori da tutto il mondo.

L’obiettivo sarà ancora una volta sensibilizzare e divulgare, condividere esperienze e best practice, naturalmente anche in chiave sci-fi: non è forse la fantascienza una delle tante vie attraverso cui narrare la realtà che ci circonda?

Sarà questo interrogativo a inaugurare la due giorni degli IVIPRO DAYS. Seguiranno viaggi nel tempo alla scoperta delle capitali europee, interviste ad autori e sguardi medio-orientali, focus sul cambiamento climatico, dichiarazioni d’amore per la propria terra e per il retrogaming, nuove prospettive sulla didattica videoludica e un pratico tutorial per realizzare videogiochi legati al territorio.

Tra gli ospiti Tony Warriner, co-fondatore della celebre casa di sviluppo inglese Revolution Software, alla quale si devono videogiochi di culto come Beneath a Steel Sky e Broken Sword. Sarà l’occasione per scoprire i dietro le quinte, approfondire le fonti di ispirazioni e passare in rassegna i riferimenti storici e geografici dei titoli realizzati dalla software house di York. Maddalena Grattarola (London College of Communication, University of the Arts London / Goldsmiths, University of London) proporrà un breve catalogo di visioni apocalittiche e post-apocalittiche estratte dal panorama più sperimentale e innovativo dei videogiochi indipendenti pubblicati nell’ultimo decennio. Focus anche sulle eco-distopie videoludiche legate al cambiamento climatico, con gli interventi di Felix Bohatsch (Broken Rules) e di Francesco Berton (Safe Place Studio).

Faremo poi tappa nella Budapest degli anni Trenta: Gergő Virág (Lost Budapest) descriverà il lavoro di ricostruzione digitale della capitale ungherese, che sarà presto base per una nuova avventura noir. L’attenzione si sposterà sulla Croazia e le sue tradizioni, fonti di ispirazione per Saint Kotar: ce ne parlerà Marko Tominić di Red Martyr Entertainment. “Dalla letteratura persiana del XII secolo a The Tale of Bistun”: un argomento che verrà affrontato nella lecture di Ali Boroumand di Black Cube Games.

La scrittrice Maura McHugh condividerà la propria esperienza tra fumetto e videogioco con un diario di lavoro dedicato a Jennifer Wilde: Unlikely Revolutionaries, investigativo ambientato negli anni Venti tra Francia, Inghilterra e Irlanda. Spazio come sempre per il confronto. Alla tavola rotonda “Welcome to Italy! Regole e consigli per realizzare videogiochi legati al territorio e al patrimonio culturale” prenderanno parte Cristina Bragaglia (Fondazione Palazzo Coronini Cronberg), Tiziano Giardini (34BigThings) e Gianluca Novel (FVG Film Commission). Videogiochi per accorciare le distanze, per capire e immaginare un mondo senza stereotipi e barriere: saranno invece questi i temi al centro dell’incontro “Nessuno è mai solo con un videogioco in mano: nuove prospettive per una didattica videoludica”, con Viola Nicolucci (psicologa e psicoterapeuta), Barbara Re (Università di Camerino) e Stefano Caselli (IVIPRO).

A concludere la due giorni un evento speciale a tema retrogaming. Come venivano trattati i luoghi reali nei videogame prima dell’avvento di Internet? E dopo? Andrea Babich cercherà di rispondere a queste domande analizzando retrogame più o meno noti, e proponendo la sua interpretazione dell’uso funzionale e iconico degli spazi reali all’interno delle limitazioni tecniche del videogioco d’antan.

La 22esima edizione del Trieste Science+Fiction Festival si svolgerà presso il Politeama Rossetti, il Teatro Miela e il DoubleTree by Hilton Trieste.

QUI IL PROGRAMMA DI IVIPRO DAYS:

https://www.sciencefictionfestival.org/archivio/tsff-2022/ivipro-days-2022/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.