La famosa invasione degli orsi in Sicilia 🗓

IL 5 E IL 6 NOVEMBRE DUE LE MOSTRE CHE INAUGURERANNO A PORDENONE DEDICATE A DINO BUZZATI E LORENZO MATTOTTI IN VISTA DELL’ANTEPRIMA REGIONALE IL 6 NOVEMBRE “LA FAMOSA INVASIONE DEGLI ORSI IN SICILIA”. L’EVENTO È TRA LE  ANTEPRIME DEL PICCOLO FESTIVAL DELL’ANIMAZIONE E SARÀ PRESENTATO AL CINEMAZERO DI PORDENONE E AL CINEMA CENTRALE DI UDINE ALLA PRESENZA DI MATTOTTI. IL 9 DICEMBRE L’AUTORE TERRA’ UNA MASTERCLASS ALL’ARISTON DI TRIESTE.

immagine fornita da Daniela Sartogo

Pordenone – In occasione dell’uscita del film in anteprima regionale a Pordenone e Udine il 6 novembre di Lorenzo Mattotti “La famosa invasione degli orsi in Sicilia”, tratto dal libro di Dino Buzzati, arrivano a Pordenone due importanti mostre legate al film e al Piccolo Festival dell’Animazione. Il 5 novembre il presidente dell’Associazione Buzzati, Marco Perale sarà presente in Biblioteca Civica alle 18, dove presenterà le iniziative realizzate dall’Associazione Buzzati a Feltre e alle 19 inaugurerà la mostra – introdotta da Marcello De Blasio dell’Associazione GabGroup – “Orsi a Pordenone e altre storie” nella sede di GrabGroup di Via San Francesco, 1/D (PN). Il 6 novembre alle 18 inaugura invece la mostra allo studiovivacomix di Pordenone, in Via Montereale 4/b,  “Da Buzzati a Mattotti. La famosa invasione degli orsi in Sicilia” e alle 20.45 si terrà la proiezione del film a Cinemazero alla presenza di Lorenzo Mattottiche nella tarda serata si sposterà a Udine dove alla 22 commenterà il film proiettato al Cinema Centrale. Mattotti tornerà in regione il 9 dicembre con una masterclass a Trieste al Cinema Ariston aperta alle scuole. Il film ospitato a Cannes nella sezione Un Certain Regard, ha vinto qualche giorno fa il Premio per la Miglior regia ad Alice nella città 2019,  ed è una co-produzione italo-francese (Prima Linea Productions, France 3 Cinéma, Pathé, Indigo Film, Rai Cinema), realizzato in tecnica mista 2D/3D, sceneggiato da Mattotti, Thomas Bidegain e Jean-Luc Fromental, con musiche di René Aubry e in arrivo nelle sale italiane per BIM Distribuzione. A prestare la voce ai protagonisti oltre a Servillo anche Antonio Albanese e Andrea Camilleri.

Le mostre sono parte del progetto Cortocircuito nell’intento di dare impulso alla ricerca artistica in diversi studi, gallerie cittadine. I materiali raccolti provengono da collezioni pubbliche e private, dall’Associazione Internazionale Buzzati, dal Museo del Fumetto WOW di Milano, della Fondazione Fossati, dalla Biblioteca Civica di Pordenone, dalla Biblioteca della Casa dello Studente.

Nelle due diversi sedi delle mostre saranno esposti una cinquantina di volumi tra libri e cataloghi dello scrittore e artista Dino Buzzati insieme una decina circa di pagine del “Corriere dei Piccoli” dove erano stati pubblicati nel 1945 i primi episodi della storia che poi sarebbe diventata il libro da cui è nato il film animato. La storia ha tutti gli ingredienti, come si potrà vedere, per poter reggere una versione in un lungometraggio animato. Sono presenti sia motivi che fanno parte della vita: i desideri, gli appetiti, le paure di chi arriva da un altro posto, il potere, la sopraffazione. Ma anche elementi tipici delle fiabe: il viaggio, la prova, la magia e personaggi mitici come gatti mammoni, fantasmi, il serpente di mare o i cinghiali di Molfetta.  L’adattamento cinematografico che Mattotti ha fatto insieme agli sceneggiatori, Thomas Bidegain, Jean-Luc Fromental ha previsto delle modifiche nello sviluppo della trama per il passaggio dalla pagina stampata al linguaggio cinematografico. Si sono inseriti due personaggi non presenti nella storia originale: un cantastorie e una ragazza, Almerina, che prende il nome come omaggio alla moglie di Dino Buzzati. La lavorazione del film inizia nel 2012, e vede utilizzata come base un’animazione in 2D, con uno studio dei personaggi, delle scene veramente complesse e analizzate in tutti i particolari.  Nelle scene di massa, per i movimenti degli eserciti e degli orsi si è introdotta la computer grafica in 3D. La volontà di Lorenzo Mattotti è stata quella di realizzare un film rivolto a tutti, al grande pubblico e soprattutto a quello più esigente dei bambini.

Il Piccolo Festival dell’Animazione è sostenuto dal MIBACT, dalla Regione Friuli Venezia Giulia e da Promoturismo Fvg ed è organizzato dall’Associazione Viva Comix. Si avvale della collaborazione di Cinemazero, La Fabbrica del Vedere, TriesteContemporanea, il Centro di Espressioni Cinematografiche, la CappellaUnderground, l’Accademia di Belle Arti di Venezia, il Conservatorio “Tartini” di Trieste e Wunderkammer. In collaborazione con Biblioteca Civica di Pordenone, Comune di Pordenone, Biblioteca della Casa dello Studente, Fondazione WOW Museo del Fumetto di Milano, Fondazione Fossati, Associazione Internazionale Buzzati.

www.piccolofestivalanimazione.it

vivacomix@yahoo.com

www.vivacomix.net

from to
Scheduled Arte e spettacolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.