La scena delle donne

Al via dal 3 settembre in Friuli Venezia Giulia il festival “La scena delle donne”: prima tappa a Porcia con un omaggio ai personaggi femminili della Divina Commedia

Al via da venerdì 3 settembre in Friuli Venezia Giulia “La scena delle donne”, il festival internazionale giunto alla XVII edizione per la direzione artistica di Bruna Braidotti, organizzato dalla Compagnia di Arti e Mestieri e realizzato con il contributo del MiC, il sostegno della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia e della Fondazione Friuli, il supporto di Voce Donna Onlus centro antiviolenza Pordenone e Antoniazzi Franco srl, e in collaborazione con i Comuni di Pordenone, San Giorgio della Richinvelda, Prata di Pordenone, Cordovado, Porcia. Prima tappa a Villa Dolfin (Porcia), dove Arianna Addonizio, autrice e interprete diretta da Bruna Braidotti, incarnerà un omaggio all’universo poetico di Dante Alighieri, “La stanza delle anime | le donne della Divina Commedia oggi”, dando voce e corpo ad alcune anime femminili della Divina Commedia che evocano altrettante donne contemporanee, nelle cui esperienze di vita si riproducono con poche differenze le stesse passioni e i sentimenti.

 

Il festival “La scena delle donne” è un appuntamento che si rinnova da diciassette edizioni e che ha dato un grande impulso alla diffusione dello sguardo femminile nelle arti performative, spesso penalizzato: «La Scena delle donne nelle diverse edizioni – dichiara Bruna Braidotti – ha presentato spettacoli di drammaturghe e registe italiane e del mondo per dare visibilità alla ricca produzione creativa femminile per il teatro che ancora sconta in Italia, e non solo, una scarsa visibilità; solo il 20% degli spettacoli rappresentati vede autrici e registe, rimanendo il piano della rappresentazione ancora prevalentemente maschile. Ciò determina non solo una disparità di visibilità fra i due sessi nell’ambito artistico, ma anche la mancanza nei testi rappresentati del punto di vista, dello sguardo e dell’immaginario femminile».

Cinque le città palcoscenico della diciassettesima edizione: Pordenone, San Giorgio della Richinvelda, Prata di Pordenone, Cordovado, Porcia. Nove le location che si alterneranno dal 3 al 12 settembre: Villa Dolfin a Porcia; l’Auditorium Concordia, il Castello di Torre, l’ex Convento di San Francesco, il Teatro Capitol, il Palazzo Gregoris a Pordenone; il Teatro Pileo a Prata di Pordenone; l’Auditorium Tondat a Cordovado; il Teatro Don Bosco a San Giorgio della Richinvelda.

La scena delle donne” riparte quindi con omaggi a Dante Alighieri nel sette centenario dalla morte e proseguirà con l’importante concorso di teatro sul femminile rivolto ad artisti/e under 35 “La giovane scena delle donne” (9-12 settembre), che comprende 6 spettacoli fra le più di 70 domande pervenute da tutta Italia, di cui una giuria composta da professioniste dello spettacolo e da 5 giovani spettatori/trici della regione decreterà lo spettacolo vincitore. “La giovane scena delle donne” culminerà con l’incontro nazionale “La parità di genere nelle arti performative” il 12 settembre, finalizzato all’implementazione di misure per il riequilibrio di genere nel mondo dello spettacolo. Vi parteciperanno: Brunella Fusco, project manager Fondazione Campania dei Festival, Napoli; Consuelo Barilari, direttrice artistica del Festival dell’Eccellenza al Femminile, Genova; Iole Cilento, scenografa, Napoli; Laura Caparrotti, direttrice artistica di Kairos Italy Theater, New York; Laura Sicignano, direttrice del Teatro Stabile di Catania, Catania; Lella Costa e Serena Sinigaglia, direttrici artistiche del Teatro Carcano, Milano; Letizia Compatangelo, presidente del Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea – Cendic, Roma; Loredana Perissinotto, Presidente Associazione Nazionale Agita Teatro, Venezia; Lucía Rojas Maldonado, attrice e regista, responsabile della Rete de La escritura de la/s diferencia/s (Spagna/Cile); Mimma Gallina, organizzatrice, associazione Ateatro – Le buone pratiche, Milano; Natasha Czertok – attrice Teatro Nucleo; Patrizia Monaco, drammaturga, Genova; Rita Maffei, co-direttrice artistica CSS Teatro stabile di innovazione del FVG, Udine; Sabrina Morena, direttrice artistica Rassegna Spaesati /Teatro Miela, Trieste; Silvia Priori, presidente – direttrice Artistica di Teatro Blu, Cadegliano (VA); Susanna Camusso, Responsabile CGIL Nazionale Pari Opportunità.

Ma non è tutto: “La scena delle donne” continuerà anche dopo il 12 settembre con proposte in via di definizione nel mese di ottobre.

 

Info contatti e biglietteria

  1. 0434 40115; +39 340 0718557

info@compagniadiartiemestieri.it;

www.scenadelledonne.it/biglietteria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.