Blog interculturale del Centro delle Culture di Trieste
Sunday August 19th 2018

Pages

Insider

Archives

La scuola delle Mogli

“LA SCUOLA DELLE MOGLI” DI MOLIèRE
IN SCENA DAL 7 AL 12 APRILE
 AL TEATRO ORAZIO BOBBIO DI TRIESTE.
foto fornita da La Contrada
La Contrada chiude la stagione 2016-2017 con una brillante commedia interpretata da Enrico Guarneri, il celebre “Litterio” tanto amato dal pubblico: “La scuola delle mogli” del commediografo francese Molière, in scena al Teatro Orazio Bobbio da venerdì 7 a mercoledì 12 aprile.
 
Questa divertente pièce, che porta la firma del regista Guglielmo Ferro, s’incentra sul contrasto tra la gelosia e la ragione, impersonate da Arnolfo e Crisaldo in un meccanismo comico perfetto. Rappresentata per la prima volta nel 1662 a Parigi, l’opera viene ritenuta l’espressione della più compiuta maturità del commediografo francese.
 
Padrone della scena con maestria e naturalezza, Guarneri interpreta Arnolfo, spaccone misogino che, credendo di poter allevare “la moglie perfetta”, fa crescere la sua Agnese rinchiusa in casa e la educa ai doveri della “buona sposa”.
Tutto procede finché non sopraggiunge la gelosia, che dà anche il via alla trama della commedia: complici i due servi traditori, la fanciulla incontra Orazio, il ragazzo che le farà conoscere l’amore. Iniziano così i fraintendimenti, le scene comiche e gli estenuanti ma inutili sforzi di Arnolfo di allontanare i due e portare a compimento il suo progetto. La vivace trama consente a Guarneri e alla sua compagnia di divertire il pubblico: e più si scatena la gelosia di Arnolfo, più si ride con le deliziose scenette da lui imbastite!
 
I personaggi, grazie all’incontro con la tradizione teatrale siciliana, acquisiscono una nuova vitalità e la vis comica e la grande energia di Enrico Guarnirei,  che ritorna al Teatro Bobbio dopo il grandissimo successo ottenuto dal suo “Mastro Don Gesualdo” offrono al personaggio di Arnolfo un grande slancio. 
 
“Attraverso la rilettura in siciliano – spiega Ferro – attenta a non intaccarne la struttura, i personaggi acquistano una nuova linfa che si inserisce nel solco che la grande tradizione teatrale siciliana ha percorso, anche attraverso la traduzione in dialetto dei classici dei più grandi drammaturghi di ogni tempo”. Il testo originale non è stato semplicemente tradotto, ma riscritto adoperando i modi di dire e di fare siciliani. Il risultato è un copione chiaro ed efficace che mantiene intatta la struttura drammaturgica del testo originale, restituendo anche il colore della commedia originaria.
 
Parcheggio gratuito presso Coop Alleanza 3.0 in via della Tesa. Info: biglietteria della Contrada tel 040 948471 – 040 390613 o biglietteria@contrada.it. www.contrada.it.
Share
Next Topic:

Nella stessa categoria

Tra letteratura e teatro a Pordenone
Tra letteratura e teatro a Pordenone

Presentazione cartellone 2018/209 Teatro Verdi Pordenone a Pordenonelegge [Read More]

Pordenonelegge 2018
Pordenonelegge 2018

Pordenonelegge 2018 Pordenone dal 19 al 23 settembre 2018 [Read More]

Anticipazioni Stagione 2018-2019  Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
Anticipazioni Stagione 2018-2019 Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia

“Tre nuove produzioni, i primi grandi nomi e titoli, eventi internazionali: il Teatro Stabile del Friuli Venezia [Read More]

Connessione trascendentale di Nina Vlados
Connessione trascendentale di Nina Vlados

S’inaugura mercoledì 18 luglio 2018 alle 19 alla Sala Comunale d’Arte di Trieste (piazza Unità d'Italia 4), la [Read More]

Anche le pulci hanno la tosse
Anche le pulci hanno la tosse

“Anche le pulci hanno la tosse” la nuova produzione la Contrada e Dramma Italiano di Fiume in programma a [Read More]