Blog interculturale del Centro delle Culture di Trieste
Wednesday November 20th 2019

Pages

Insider

Archives

Le rotte immaginate

TEATRO COMUNALE DI MONFALCONE / STAGIONE 2019-2020 / ANTICIPAZIONI

Angela Finocchiaro foto fornita da Teatro Comunale di Monfalcone

Si apre nel segno della grande musica sinfonica, con la North Czech Symphony Orchestra affiancata dal pianista Leonardo Pierdomenico;
a inaugurare il cartellone di prosa è l’originale spettacolo Ho perso il filo con Angela Finocchiaro;
per la rassegna “AltroTeatro” è di scena, in esclusiva regionale, il mirabolante Machine de cirque

“Le rotte immaginate”, questo lo slogan della stagione 2018-2019, hanno portato il Teatro Comunale di Monfalcone e il suo pubblico a un approdo davvero eccezionale. 28 i concerti in programma (in Teatro, al Duomo, alla Chiesa Marcelliana e alla Galleria Comunale d’Arte Contemporanea), 26 gli appuntamenti del cartellone di prosa, 17 le rappresentazioni dedicate ai bambini e alle scuole, 6 le matinée musicali per gli studenti del progetto didattico “Dentro la scena” e 39 gli incontri “Dietro le quinte”, che hanno anticipato tutte le serate in Teatro: un totale di 116 appuntamenti, che hanno chiamato a raccolta 15.000 spettatori. Sono aumentati, inoltre, rispetto alla stagione 2017-2018 sia gli abbonati (con un incremento del 4,6%) che le persone che hanno acquistato un biglietto (5,6% in più rispetto alla stagione precedente).

Esprime grande soddisfazione, quindi, l’Assessore alla Cultura Luca Fasan, che commenta: “siamo sulla giusta strada: i risultati più che positivi della passata stagione sono stati di stimolo per affrontare il cartellone 2019-2020 con ambizione ed entusiasmo. La consapevolezza dell’alto livello degli spettatori, l’indirizzo sulle nuove generazioni unitamente alla qualità della proposta erano, sono e saranno i principi di riferimento che, per questa Amministrazione, tracceranno il solco entro il quale stabilire le linee guida future per il Teatro Comunale di Monfalcone”. 

Se la rotta tracciata è quella giusta, anche la stagione 2019-2020, in via di definizione, accompagnerà il pubblico in un originale viaggio attraverso la storia della musica, dal repertorio antico a quello contemporaneo, e della drammaturgia, riservando spazio sia ai grandi nomi della scena internazionale che ai giovani talenti emergenti, e contaminando i diversi linguaggi scenici.

È l’imponente North Czech Symphony Orchestra ad aprire, mercoledì 23 ottobre, il cartellone dei concerti. Al suo fianco Leonardo Pierdomenico, fra i pianisti più interessanti della sua generazione, che dopo aver conquistato a soli 18 anni il prestigioso Premio Venezia, si è imposto sul panorama internazionale vincendo nel 2017 il Concorso Van Cliburn. In programma due straordinarie pagine di Dvořák, il Concerto op. 33 e la Suite Ceca op. 39, e la Sinfonia n. 38 “Praga” di Mozart, che racchiude e svela il Mozart grandissimo delle ultime tre Sinfonie.

Proseguono i progetti varati nel corso della stagione 2018-2019: “Effetto Mozart”, che prevede l’esecuzione di tutto il repertorio mozartiano per violino e orchestra, impreziosito dalle cadenze scritte per il progetto da Giovanni Sollima e affidato all’interpretazione dell’Orchestra di Padova e del Veneto e della magnifica violinista di origine armena Sonig Tchakerian; e “Tartini2020”, progetto celebrativo nazionale al quale il Teatro Comunale aderisce con il concerto che vede il grande violoncellista Mario Brunello capitanare un quartetto d’eccezione (insieme a lui Francesco Galligioni, Ivano Zanenghi e Roberto Loreggian).

Fra gli appuntamenti di “ControCanto”, la rassegna dedicata alla musica contemporanea e ai diversi generi, spicca il concerto che vede protagonisti Peppe Servillo e il Solis String Quartet. Presentimento è il titolo del suggestivo concerto, al confine fra musica e teatralità, dedicato ai capolavori della canzone classica napoletana.

Di grande respiro anche la nuova stagione di prosa, che si muove fra i classici e la drammaturgia contemporanea, i diversi generi e le contaminazioni fra linguaggi. L’inaugurazione, i giorni 5 e 6 novembre, è affidata alla bravura e all’audacia di Angela Finocchiaro, protagonista dello spettacolo Ho perso il filo, che la vede mettersi in gioco con linguaggi espressivi mai affrontati prima (in scena, al suo fianco, sei danzatori) e rivivere, con stralunata comicità, l’incredibile avventura di Teseo che combatte il Minotauro.

Fra i classici spicca l’originalissimo Don Chisciotte, dal capolavoro di Cervantes, messo in scena da Alessio Boni, regista e interprete al fianco di Marcello Prayer e Serra Yilmaz, l’attrice turca resa nota al grande pubblico dai film di Ferzan Özpetek. In questa potente messinscena, Boni pone l’accento sul rapporto fra follia ed eroismo, restituendoci la storia di tutti coloro che, svincolati da una rete di regole predeterminate, hanno creduto al sogno e alla fantasia e per questo saranno ricordati per sempre.  

Fra gli appuntamenti di “AltroTeatro”, la rassegna dedicata ai diversi linguaggi scenici, spicca Machine de cirque (in esclusiva regionale), spettacolare performance dell’omonima compagnia del Quebec fondata nel 2013 da Vincent Dubé, artista di circo internazionale che ha radunato attorno al progetto giocolieri, acrobati e un percussionista, tutti talenti nati nell’ambito del Cirque du Soleil. Nello spettacolo, cinque uomini sopravvissuti all’apocalisse devono inventare un modo per sopravvivere, usando estro e fantasia per modellare un universo divertente e surreale, cimentandosi con bascula, clave, bicicletta acrobatica, palo cinese e perfino asciugamani, in costante bilico fra comicità e poesia.

La campagna abbonamenti avrà inizio sabato 7 settembre.

Share

Nella stessa categoria

Io non sono un numero
Io non sono un numero

Laura Poretti Rizman intervista Sabrina Morena LPR: Incontriamo Sabrina Morena prima del debutto del nuovo spettacolo [Read More]

Valzer per un mentalista
Valzer per un mentalista

“In “Valzer per un mentalista” di Davide Calabrese e Fabio Vagnarelli, per la regia di Marco Lorenzi, il Teatro [Read More]

Come ammazzare la moglie o il marito  senza tanti perché
Come ammazzare la moglie o il marito senza tanti perché

AL TEATRO DEI FABBRI NELL’AMBITO DELLA RASSEGNA DI TEATRO CONTEMPORANEO DELLA CONTRADA VA IN SCENA “COME AMMAZZARE [Read More]

6 Pence – Queen Tribute “A night in the theater”
6 Pence – Queen Tribute “A night in the theater”

6 PENCE – QUEEN TRIBUTE “A night in the theater” TEATRO BOBBIO, Via del Ghirlandaio 12 TRIESTE Giovedì 21 [Read More]

Così parlò Monna Lisa
Così parlò Monna Lisa

“COSI’ PARLO’ MONNA LISA” Il 22 novembre al Teatro Verdi di MUGGIA Il 23 novembre al Teatro [Read More]