Pinocchio Reloaded 🗓 🗺

Non si scherza, non è un gioco
Sta arrivando Mangiafuoco
Lui comanda e muove i fili
Fa ballare i burattini.
State attenti tutti quanti
Non fa tanti complimenti
Chi non balla o balla male
Lui lo manda all’ospedale.
Ma se scopre che tu i fili non ce l’hai
Se si accorge che il ballo non lo fai…
Allora sono guai e te ne accorgerai
Attento a quel che fai, attento ragazzo
Che chiama i suoi gendarmi e ti dichiara
Pazzo…
C’e’ un gran ballo questa sera
Ed ognuno ha la bandiera
Marionette, commendianti
Balleranno tutti quanti.
Tutti i capi di partito
E su in alto Mangiafuoco
Mangiafuoco fa le scelte
Muove i fili e si diverte.
Ma se scopre che tu i fili non ce l’hai
Se si accorge che il ballo non lo fai…
Allora sono guai e te ne accorgerai
Attento a quel che fai…
.
Mangiafuoco, da Burattini senza fili, Edoardo Bennato
.
.
Un Pinocchio rivisitato ha riempito le poltrone del teatro Politeama Rossetti da giovedì 20 febbraio: inserito nel cartellone Musical ed Eventi del Teatro stabile del Friuli Venezia Giulia, ha replicato fino a domenica 23 febbraio.
Sotto la regia di Maurizio Colombi, la celebre favola di Collodi diviene un musical che attraversa le generazioni, immergendosi nella contemporainetà con trascinanti musiche di Edoardo Bennato che spesso vengono riarrangiate in modalità rap, e a volte in parte, vengono mutati anche i testi.
Ecco che, se alla prima battuta la giovinezza degli artisti fa pensare a uno spettacolo semplice, ci si rende subito conto di aver sbagliato. Tutti gli artisti sapranno dimostrate grandi qualità canore e attoriali, siano essi protagonisti o personaggi secondari. In tutti loro si potrà, aiutati dalla potenza del testo di Collodi, interagire confrontando il proprio vissuto e la realtà nella quale viviamo.
Siamo tutti manovrati da fili, anche lo stesso burattinaio, e senza non ci sentiamo integrati, ma rileggendo il testo con attenzione, ci ritroviamo a pensare a molto di quello che ci circonda e che non riusciamo a comprendere appieno. Allo stesso modo però, tutti noi abbiamo bisogno dei nostri fili e di chi li può riparare. Inoltre siamo tutti passibili di mutamenti nella nostra vita, e soprattutto, nelle fiabe e nei musical, vale sempre la regola che l’amore vince sopra ogni cosa.
Il protagonista Pinocchio,  è stato davvero bravo ma ha dimostrato, molto probabilmente su intenzione voluta dal regista, una forza dimessa rispetto alla potenza femminile in scena. Lucifero, appositamente divenuta donna, insieme al gatto ed alla volpe, hanno letteramente vibrato nel suono con la loro voce.
A livello satirico invece Mangiafuoco con la sua esibizione di drag queen, è stato strepitoso. Lo spettacolo è risultato davvero inconsueto nel suo inizio e nel suo proseguio. Non era Pinocchio, ma si immergeva davvero nella vita quotidiana di ogni persona, soprattutto dei giovani, così legati ad un mondo virtuale di contatti che procura soltanto solitudine. Gli interpreti erano:  Jordan Carletti, Silvia Scartozzoni, Gianfranco Phino, Giancarlo Capito, Giada D’Auria, Jessica Francesca Lorusso, Giosuè Tortorelli e con Elena Barani, Jesus Bucarano Dousat, Giorgia Cino, Valeria Citi, Martina Cremaschi, Chiara Di Loreto, Francesco Lappano, Giacomo Marcheschi, Luca Spadaro.
La direzione musicale  di Davide Magnabosco, le coreografie di Betty Style, Filippo Grande e Lynn Jamieson, le scenografie di Alessandro Chiti.
Amilcare Canali è il light designer e l’ideazione ed il disegno costumi sono di Flavia Cavalcanti.
Lo spettacolo è una produzione Show Bees e FATTORE K.

Le musiche dagli album “Burattino senza fili”, “L’uomo Occidentale”, “Il Paese dei Balocchi”, “Pronti a salpare”, “Le ragazze fanno grandi sogni”, “Afferrare una stella”, “Non farti cadere le braccia”, “La Torre di Babele”

 

Laura Poretti Rizman

 

PINOCCHIO_Pinocchio e Lucignolo incontrano il Gatto e la Volpe_Gabriele_Giannini, fornita da Teatro Stabile del FVG

Arriva anche a Trieste ospite del cartellone Musical del Teatro stabile del Friuli Venezia Giulia, dal 20 febbraio, “Pinocchio Reloaded”, il nuovo spettacolo che il regista Maurizio Colombi – forte dell’esperienza entusiasmante di “Peter Pan – Il Musical” e di tanti altri successi fra cui la recente edizione di “We Will Rock You” – costruisce attorno alla storia del burattino più famoso del mondo, tenendo conto della sensibilità contemporanea.

“Pinocchio Reloaded” – che replicherà al Politeama Rossetti fino a domenica 23 febbraio – è un’operazione coraggiosa e surreale, che evoca libertà, ribellione dalle convenzioni… una favola d’amore con la forza delle travolgenti passioni adolescenziali. Una favola, che viene raccontata attraverso i brani amatissimi di un grande del rock italiano (tratti da album popolari come “Burattino senza fili”, “Il Paese dei Balocchi”, “Le ragazze fanno grandi sogni”), riarrangiati in chiave “game changer” e con sonorità rock, house e rap. E su queste musiche, in scene che diventano quadri di grande suggestione, il pubblico viene rapito da coreografie acrobatiche e di sicuro impatto.

Vogliamo essere burattini o burattinai? Si può vivere slegati dai “fili” delle convenzioni sociali? Ecco le riflessioni e le domande che ci suggerisce questo musical dalla potente carica d’energia. Pinocchio è l’unico personaggio senza fili. Nasce di legno, ma è libero da schemi e pregiudizi. E intanto Lucignolo appare come una regina della notte, Geppetto è un eterno adolescente, il Gatto e la Volpe sembrano pericolosi e sardonici come influencer schiavi dei selfie e Mangiafuoco è una Drag Queen che muove i fili del suo show, ma è a propria volta manovrata, chissà da chi.

Così mentre si danza e ci si entusiasma fra musiche e coreografie, sorrette da una efficace struttura narrativa, mentre la platea si diverte con le trovate “da discoteca” di Lucignolo o con il processo al padre teen-ager Geppetto, lo spettacolo trova una chiave transgenerazionale e immediata per alludere a questioni delicate, alla superficialità e all’illusorietà del mondo social, alla gioia di essere autentici e di provare sentimenti veri.

Veri come l’amore, come la passione adolescenziale fra Pinocchio burattino e la ragazza Lucignolo: un sentimento umano, capace di spezzare i fili e far volare il cuore.

E “volano” davvero – ma con la voce e con le acrobazie coreografiche – gli artisti che danno vita al musical, concepito dai produttori per essere adatto ai giovani e amato anche dai loro genitori: il cast selezionato da Maurizio Colombi è fresco e dotato, e vi appaiono artisti che gli appassionati hanno già incontrato e ammirato: fra tutti Jordan Carletti, Pinocchio (già applaudito in “Hair” e soprattutto come Galileo in “We Will Rock You”), Silvia Scartozzoni che è Lucignolo ma che ha sostenuto il ruolo di Giglio Tigrato in “Peter Pan – Il Musical”, Gianfranco Phino (Mangiafuoco) che è stato nel primo “Grease” della Compagnia della Rancia e in “The Producer” con Iacchetti e Guidi, anche a Trieste e Giancarlo Capito (Geppetto) apparso nel recente “Sister Act” diretto da Saverio Marconi.

Maurizio Colombi che firma lo spettacolo ha una formazione da attore, cantante lirico, autore e regista. Studia musica e violino alla scuola civica di Milano Villa Simonetta ed interpreta come attore/cantante oltre 70 titoli fra commedie e opere musicali. Scrive e dirige fino ad oggi 38 produzioni teatrali tra commedie, opere e musical. È direttore artistico nei siti olimpici alle Olimpiadi Invernali di Torino. Cura la direzione artistica di importanti parchi di divertimento. All’inizio degli anni ’90 emigra in Francia, lavora prima al fianco del regista Edmond Lumet e realizza poi uno spettacolo musicale su Federico Fellini intitolato “Strade”. È ideatore e coordinatore del progetto culturale-teatrale “Lezioni di Dialetto” diretto da Piero Mazzarella. Nel 2005 fonda la società Teatro delle Erbe Produzioni, nasce così il centro di produzioni dedicato agli allestimenti tecnici, scenografici, audio e luci e spazio prove.

Il 2006 è l’anno dell’affermazione nel mondo del musical con la regia di “Peter Pan il musical”. Da allora firma molti spettacoli di successo confermandosi fra i primi nomi nel settore del musical in Italia: “We Will Rock You” (2009), “Rapunzel” (2014) “Vorrei la pelle nera” (2015), “Elvis an historical musical” (2017), “Aladin il musical geniale” e “Pinocchio Reloaded – musical di un burattino senza fili” (2019). Importante è anche il suo contributo nella scena comica. Nel 2008 Colombi è protagonista per l’Italia di “Defending the Caveman” di Rob Becker, monologo di Broadway dallo stesso tradotto e adattato, per la regia di Teo Teocoli, riscuotendo un successo di critica e di pubblico che continua ancora, anche nella versione femminile “Cavewoman” (2016).

“Pinocchio Reloaded” va in scena alle ore 20.30 da giovedì 20 a domenica 23 febbraio; sabato 22 febbraio le repliche saranno due, in pomeridiane con inizio alle ore 16 e di sera alle 20.30. Per biglietti e prenotazioni si suggerisce di rivolgersi alla Biglietteria del Politeama Rossetti agli altri consueti punti vendita, o via internet sul sito www.ilrossetti.it. Informazioni anche al numero del Teatro 040.3593511.

 

from to
Scheduled Arte e spettacolo
Politeama Rossetti, 1, Largo Giorgio Gaber, Città Nuova-Barriera Nuova-San Vito-Città Vecchia, Trieste, UTI Giuliana, Friuli Venezia Giulia, 34126, Italia Map

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.