Presenza – mostra fotopittorica al Trieste Airport FVG 🗓 🗺

“Presenza” – mostra fotopittorica al “Trieste Airport FVG”

presenza-mostra-di-fotopitture-sul-timavo.foto fedele boffoli

Si inaugura, mercoledì 5 febbraio 2020, alle ore 18.00, presso il “Trieste Airport – Friuli Venezia Giulia”, in via Aquileia 46 – Ronchi dei Legionari (GO), la mostra personale, fotopittorica, “Presenza” (https://www.youtube.com/watch?v=OLwOXGMxcSIhttps://www.facebook.com/fedele.boffoli/media_set?set=a.3038231816206613&type=3), dell’artista Fedele Eugenio Boffoli (https://www.youtube.com/watch?v=glFhDqikPyc), con le traduzioni di Adriana Ostuni, sul tema delle “Risorgive del Timavo”. L’esposizione, visitabile fino al 5 marzo 2020, è patrocinata dal Comune di Duino – Aurisina (TS), territorio in cui si trovano le Risorgive. Presenzieranno all’inaugurazione, insieme all’artista espositore, un rappresentante del Comune di Duino – Aurisina e Fausto Ranieri, critico d’arte e antropologo. L’iniziativa è in risonanza con la recente pubblicazione “L’oro del Timavo” (https://www.youtube.com/watch?v=fbAM_vNuwks&t=43s), fiaba magica, scritta da Boffoli, con le illustrazioni di Jasna Merku. Così ne scrive, in sintesi, Fausto Ranieri, collaboratore all’iniziativa: <<Nella mostra foto-pittorica “Presenza”, realizzata con il patrocinio del Comune di Duino – Aurisina (TS), l’autore Fedele Boffoli espone in maniera visiva i concetti alchemici espressi nell’opera “L’oro del Timavo”, illustrata da Jasna Merkù. L’acqua misteriosa, viva ed eterna corrisponde al mercurio alchemico. Il luogo delle risorgive del Timavo è sempre stato avvolto da un’aura di mistero e magia, che ha fatto nascere più di una leggenda sulla terra del ritorno dalla morte alla fine dei tempi; infatti, sopra le fondamenta di un antico tempio pagano e della successiva basilica paleocristiana, è stata costruita l’attuale chiesa gotica di San Giovanni in Tuba dove, nel giorno del giudizio universale alla fine del mondo, uno dei quattro angeli dell’Apocalisse suonerà la sua tromba (in latino “tuba”) per risvegliare i morti e farli uscire dalle loro tombe. Secondo l’insegnamento di Ermete Trismegisto, “ciò che è in basso è come ciò che è in alto” e “come fuori, così anche dentro” (legge della corrispondenza). Da questo punto di vista, il corso del Timavo è una metafora dell’evoluzione interiore della nostra anima, che sprofonda negli inferi dell’inconscio per abbracciare l’ombra e, dopo la morte dell’ego, si risveglia come “La bella addormentata nel bosco”. L’acqua che scorre rappresenta il continuo e vorticoso divenire nell’impermanenza, mentre dall’alto del cielo risplende la Luce, la presenza immutabile dell’Essere. Nella mostra “Presenza” l’acqua del Timavo viene baciata dalla Luce e s’illumina, si risveglia dal suo lungo sonno sotterraneo e da questo connubio si realizza la danza concorde degli opposti. Tutt’intorno la natura ubertosa cresce liberamente, vivificando la mistica unione. La perfezione dell’universo è permessa dal riflesso dell’alto nel basso, dal costante equilibrio delle energie, che sono sempre in continuo cambiamento, ma si bilanciano in una perfetta armonia senza soluzione di continuità, dove le polarità si ricongiungono nell’Uno.>> Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/180298846544766/.

from to
ical Google outlook Arte e spettacolo
Trieste Airport, Airport - Railway station, Ronchi dei Legionari, UTI Carso Isonzo Adriatico, Friuli Venezia Giulia, 34034, Italia Mappa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.