Ripresa attività interna al Teatro stabile del Friuli Venezia Giulia

Politeama Rossetti, Sala Assicurazioni Generali© Simone Di Luca

Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia potrà riprendere – a partire dalla prossima settimana – alcune attività all’interno del Politeama Rossetti, nel pieno rispetto dei protocolli di sicurezza imposti dall’emergenza sanitaria per il Covid-19.
È un primo positivo passo verso una futura normalità.

Lo Stabile regionale ha predisposto un minuzioso protocollo per il piano di ripresa dell’attività, andando anche oltre a quelle che sono le norme di sicurezza per contrastare l’epidemia e ponendo la massima attenzione ai comportamenti atti a ridurre le possibilità di contagio.

Se la maggior parte del personale impiegatizio proseguirà nello smart working (cui lo Stabile è ricorso fin dall’inizio dell’epidemia), per coloro che rientreranno (pochissimi alla scrivania e soprattutto dipendenti del settore tecnico che saranno impegnati in necessari lavori di manutenzione) sono state programmate procedure molto rigorose per il mantenimento del distanziamento sociale, dell’igiene, del contrasto alla diffusione del virus.

Fra queste figurano lo scaglionamento dell’ingresso e delle uscite del personale, l’organizzazione del lavoro in modalità individuale per evitare contatti, la misurazione della temperatura corporea a inizio giornata, la distribuzione di igienizzanti e salviette, l’obbligo di usare mascherine e guanti monouso per l’intera permanenza all’interno del Politeama Rossetti, la sanificazione degli attrezzi di lavoro, il divieto d’usare servizi o spogliatoi comuni, la predisposizione di percorsi tali da evitare ogni occasione di incrocio o raggruppamento all’interno dell’edificio. Saranno anche evitate le riunioni fra dipendenti e gli incontri con visitatori (tutti in modalità telefonica o di videochiamata). Pieghevoli con informazioni e indicazioni affisse, aiuteranno il personale ad orientarsi in questa particolare modalità di rientro.

 

«Abbiamo lavorato sempre, fin dai primi giorni dell’emergenza, da remoto, senza mai perdere di vista la meta del ritorno nel nostro Teatro e alla nostra dimensione “naturale”» afferma il Presidente dello Stabile regionale Francesco Granbassi. «Questo primo passo è stato preceduto da una preparazione davvero meticolosa per cui ringrazio il nostro responsabile tecnico e del servizio prevenzione e protezione, Paolo Giovanazzi. Rientrare al Politeama rappresenta un momento di ripresa positiva, iniziamo a vedere “la luce infondo al tunnel” e offre ai nostri tecnici la possibilità di operare per rendere la sala ancora più bella e funzionale, nell’attesa di viverla nuovamente assieme agli attori e al nostro pubblico».

Non ci sono invece le condizioni per riprendere la programmazione della Stagione 2019-2020 (le tournée delle compagnie presupporrebbero spostamenti fra nazioni e fra regioni, rimaste impossibili): vengono dunque annullati tutti gli spettacoli programmati nei mesi di maggio e giugno (“Tartufo”, “Antigone”, “Slava’s Snow Show”, “Tango Fatal”, “Saduros”, “Nel nome del padre” e “Rock Opera”) per i quali si provvederà al rimborso con relativa emissione dei voucher, mentre si continua a lavorare per riproporre i titoli più attesi nel corso della prossima stagione.

In attesa di un ritorno davanti al pubblico nelle nostre sale, o magari durante l’estate in spazi aperti, il Teatro Stabile continua ad essere attivo e “vicino” ai suoi spettatori sui profili social e con la programmazione degli spettacoli in streaming: per gli appuntamenti quotidiani con i grandi spettacoli del passato e le emozioni donate dai nostri attori, si invita a seguire la pagina Facebook e il profilo Instagram e Twitter de IlRossetti con le sorprese di #Teatrodacasa e di #cerianchetu? mentre spettacoli in versione integrale sono disponibili sul canale YouTube del Teatro ogni weekend per l’iniziativa della “Tournée digitale” dei teatri del Nordest.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.