I greci, gente sera! Come i danzatori 🗓

AD HANGAR TEATRI

“I GRECI, GENTE SERIA! COME I DANZATORI”

DI QUOTIDIANACOM

VENERDÌ 1 E SABATO 2 MARZO ALLE 20:30

Foto di Angelo Maggio

Venerdì 1 e sabato 2 marzo, la compagnia Quotidianacom va in scena ad Hangar Teatri con “I greci, gente seria! Come i danzatori”.

Venerdì 1 e sabato 2 marzo alle 20.30 all’Hangar Teatri, via Luigi Pecenco 10, andrà in scena “I greci, gente seria! Come i danzatori” della compagnia riminese Quotidianacom. Lo spettacolo, vincitore del Premio Tuttoteatro.com alle arti sceniche “Dante Cappelletti” 2022, vede l’ideazione, la drammaturgia e la messa in opera di Roberto Scappin e Paola Vannoni.

Danza come prova di resistenza? O forse pensiero prova di resistenza. Pensiero e danza hanno un elemento in comune: il rigore. Il rigore conduce a degli esiti, che rappresentano il compimento, l’approdo, la fine. Senza la quale manchiamo di senso. Lo sapevano i greci, definendosi “mortali”. Cosa succede se un danzatore e un filosofo si incontrano? Cosa succede se a “incarnare” il filosofo e il danzatore è una sola figura? Chi dei due si confonderà? L’obbedienza filosofica del corpo. La disobbedienza ballerina della mente. Potrebbe essere il filosofo a muoversi, il danzatore a pensare.

Lo spettacolo porta il pubblico a riflettere sul conflittuale rapporto tra la forma e il contenuto e dà presenza e voce al silenzio. Porta in scena concetti complessi e astratti come la relazione tra la mente e il corpo, l’alto e il basso, la stasi e il movimento, lo scherzo e il rigore.

Roberto Scappin e Paola Vannoni fondano nel 2003 a Rimini quotidianacom. La ricerca di un proprio linguaggio si intreccia al percorso di produzione dei testi. Nel 2008, con la “Trilogia dell’inesistente”, la compagnia esprime compiutamente la propria cifra artistica. Il Primo episodio della Trilogia “Tragedia tutta esteriore”, vince il premio Stefano Casagrande – Teatri di Vita,  Bologna. Dal 2008 a oggi la compagnia ha prodotto oltre quindici spettacoli. Il percorso di ricerca prosegue nel solco di una scrittura fatta di temperature surreali e comiche dal valore politico, perché si inseriscono nei nodi gordiani dell’etica, dell’estetica e, più in generale, dei dilemmi esistenziali. E che trova la sua cifra espressiva nella stilizzazione dei due personaggi dialoganti, nella recitazione che amplifica l’effetto straniante e ironico dei loro testi. Nel 2019 la compagnia ha presentato alla Biennale Teatro di Venezia un segmento della propria produzione.  Nel 2022 con Titivillus ha pubblicato i testi della seconda Trilogia “Tutto è bene quel che finisce”. Sempre nel  2022 ha vinto il Premio Dante Cappelletti di Tuttoteatro.com con il progetto scenico “I greci, gente seria! Come i danzatori”.

Biglietto intero 12€, ridotto 8€ per soci del Teatro degli Sterpi, soci CUT, over 65, under 18 e studenti universitari under 26. È consigliata la prenotazione a biglietteria@hangarteatri.it o al numero di telefono +39 3883980768. Biglietti acquistabili in prevendita su vivaticket.com.

La Stagione delle Piume è organizzata dal Teatro degli Sterpi, grazie al sostegno del Ministero della Cultura e della Regione Friuli Venezia Giulia.

from to
Scheduled Arte e spettacolo Trieste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.