Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono

“Ad un anno dai devastanti incendi del Carso, il 21 luglio il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Direzione Regionale del FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano per il Friuli Venezia Giulia presenta un video firmato da Paolo Valerio, per ricordare quegli eventi. “Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono”, questo il titolo che evoca Slataper, è girato sui luoghi incendiati, dove la vita prova a rinascere: un inno alla bellezza e alla forza della natura per contribuire alla sensibilizzazione sui temi green. L’anteprima per la stampa è avvenuta nella sede della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia alla presenza degli Assessori Stefano Zannier e Riccardo Riccardi”.

Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono, foto fornita dall’ufficio stampa

Il crepitio del fuoco, violento, ossessivo, inarrestabile, e il senso dell’irreparabile quando – alzatesi le nubi di cenere – il ricordo verde di un bosco lascia posto alla visione di ciò che ne rimane: tronchi ossuti, neri e contorti, su un terreno desolato…

Si avvia da queste sensazioni sonore e visive “Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono” il video firmato da Paolo Valerio e prodotto dal Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia in collaborazione con la Direzione Regionale del FAI Fondo per l’Ambiente Italiano per il Friuli Venezia Giulia che è stato presentato in anteprima il 21 luglio alle 11 nel corso di una conferenza stampa alla Sala Predonzani presso la sede della Regione Friuli Venezia Giulia. Sono intervenuti Stefano Zannier, Assessore regionale alle risorse agroalimentari, forestali, ittiche e montagna, Riccardo Riccardi, Assessore regionale alla salute, politiche sociali e disabilità, delegato alla Protezione civile, la Vicesindaco di Trieste Serena Tonel, i vertici del Teatro Stabile regionale – il presidente Francesco Granbassi e il direttore Paolo Valerio (anche regista e ideatore del video) – e Michele Da Col, delegato regionale FAI – Friuli Venezia Giulia.
Accanto a loro Giulio C. Ladini per la regia video per Zunami Film e Alice Lovrinic, danzatrice e coreografa.

È trascorso ormai un anno da quando – nel luglio 2022 – una vasta area del Carso sul confine fra Italia e Slovenia è stata devastata da una serie impressionante di incendi; un anno da quando questi rumori, queste immagini erano la tragica quotidianità di chi vive nel territorio.
I primi incendi il 15 luglio in Slovenia, il 18 luglio altri focolai in un’area di valico e, il 19 luglio, sono bruciate aree boschive tra Duino-Aurisina, il Lisert, Doberdò del Lago, Jamiano… Un crudele passaggio di fuoco che ha messo gravemente colpito la comunità – c’è stata addirittura la morte della volontaria della Protezione Civile Elena Lo Duca – e ferito profondamente un territorio connotato da una rara e preziosa biodiversità, percorso da importanti pagine di Storia, e che riflette l’inestimabile e composita tradizione culturale della popolazione che lo abita e lo ama.

Il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia – nella certezza che ciò appartenga al proprio ruolo culturale, e che sia proprio compito dare voce alla comunità che rappresenta – ha scelto di ricordarequesto drammatico anniversario: il direttore e regista Paolo Valerio ne ha preso ispirazione per realizzare il breve video “Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono” che – evocando fin dal titolo Scipio Slataper – vuol essere un inno a questo “luogo del cuore”, alla sua timida e assieme potente bellezza: il video sarà condiviso con tutta la comunità, sui canali social e sul sito del Teatro.

Nell’iniziativa lo Stabile regionale ha trovato la preziosa collaborazione della Direzione Regionale del Fondo per l’Ambiente Italiano per il Friuli Venezia Giulia, che ha abbracciato il progetto ed i suoi intenti. La Direzione Regionale del FAI FVG immediatamente dopo i devastanti eventi dell’estate 2022 si era interessato alla tutela del Carso tramite la candidatura “Il nostro Carso – Naš Kras”, che aveva lo scopo di sollecitare la collettività a indicare le zone transfrontaliere andate a fuoco nel censimento nazionale “I Luoghi del Cuore”, promosso dal FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano ETS, in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Una candidatura sostenuta anche dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, che ospitò il lancio dell’iniziativa, condividendone l’intento di promuovere tra i cittadini una maggiore consapevolezza sulla necessità della tutela ambientale che si basa anche sull’adozione di nuovi comportamenti per mitigare l’impatto dell’uomo sulla natura.
A guardare la classifica dei Luoghi del Cuore – è la riflessione della Presidente FAI regionale -FAI FVG Tiziana Sandrinelli – si osserva che le persone intendono come tali soprattutto opere (chiese, piccoli musei, monumenti) e molto meno l’ambiente, che invece è da preservare agendo subito nel segno della sostenibilità e creando una nuova consapevolezza. Bisogna costruire nelle persone una consapevolezza che dia il corretto valore all’ambiente naturale e che lo tuteli oggi e in una lunga prospettiva futura.

L’arte – concordano i vertici del Teatro – può essere una chiave per “aprire il cuore” a tale nuova coscienza della natura, per radicarvi la sensibilità e l’impegno per un presente sostenibile e un futuro di rinascita.
È questo il senso di “Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono” costruito attraverso un intreccio fra tasselli di memoria degli incendi e immagini poetiche pervase di bellezza, in cui alcune danzatrici dialogano attraverso la loro fisicità con la natura che, nonostante le ferite, rinasce.
Il video possiede un potente impatto emotivo e rappresenta un modo per non dimenticare il pericolo e il dolore di quei fatti. Ma va decisamente oltre: parte dalle pagine messe a disposizione da Il Piccolo, dai suoni e dalle immagini raccolte dalle cronache televisive di quei giorni, per assumere – attraverso la metafora della danza e la potenza della musica – un respiro universale che spinge a riflettere sul tema degli incendi come nodo drammatico per la comunità mondiale (basti pensare a quanto accade in queste ore dal Canada alla Spagna). E lascia, volutamente, lo sprone di uno spiraglio di luce a chi oggi deve comprendere e responsabilizzare i propri comportamenti: la commozione di quel timido verde, che nonostante tutto, cerca di riappropriarsi di un Carso altrimenti desolato. L’armonioso intreccio di linguaggi costruito in “Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono” nasce dall’idea di Paolo Valerio e dal preciso lavoro di riprese (anche con il drone) e montaggio curato da Giulio Ladini, mentre Alice Lovrinic e i suoi danzatori – Vito Colangelo, Giulia Penco, Arianna Silvestri – nelle coreografie danno poetica sostanza al messaggio finale: i corpi umani, nella loro bellezza e fragilità, l’anima e la danza, raccontano bellezza e fragilità della Natura. Siamo i custodi di questa bellezza.

Il Teatro Stabile regionale e il FAI, uniti in questa iniziativa di ricordo e sensibilizzazione verso l’inestimabile patrimonio naturale del nostro territorio, auspicano fin d’ora che “Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono” assuma una virtuosa, felice “viralità”: che sia condiviso e diffuso il più possibile riecheggiando e moltiplicando il suo messaggio al di là di ogni confine.

Il video “Natura io ti ringrazio. Il mio Carso è duro e buono” sarà disponibile gratuitamente a partire dalle ore 12 del 21 luglio sul sito www.ilrossetti.it e sui canali social del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, e sarà condiviso dal FAI regionale e dalla Regione Friuli Venezia Giulia. Informazioni allo 040.3593511.

NATURA IO TI RINGRAZIO. IL MIO CARSO È DURO E BUONO
a cura di Paolo Valerio
coreografie di Alice Lovrinic
musiche di Ian Post – Clarity (Strings Version)
con Vito Colangelo, Alice Lovrinic, Giulia Penco, Arianna Silvestri
video a cura di Zunami Films Studio
regia video Giulio C. Ladini
operatore video Stefan Kostic
assistente camera Marco Zappa
drone Enrico M. Lucarelli
editing & color Zunami
costumi Sara Favero
direttore di produzione Roberta Torcello
produzione Alice Artico, Riccardo Altarui
ufficio stampa Ilaria Lucari
contributi di archivio Il Piccolo, Telequattro, Local Team, agenzia DNS, Fanpage.it, Vigili del Fuoco
produzione
Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
in collaborazione con FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano
si ringraziano per la collaborazione Claudia Peric Pahor, Ristorante & Hotel Pahor e tutti i cittadini di Jamiano, Renato Colucci per la consulenza sulle location.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.