Trofeo Bernetti 2023 🗓

La regata del vento_Trofeo Bernetti, foto fornita dall’ufficio stampa

Trofeo Bernetti 2023
Presentati gli eventi culturali che precedono la
52° edizione dell’importante regata

 

“Giunto quest’anno alla 52° edizione, il Trofeo Bernetti non è più solo un’importante regata. Per l’edizione del 2023, nei giorni che precedono gli appuntamenti sportivi, la Società Nautica Pietas Julia” – ha affermato il Presidente Gianfranco Zotta durante la conferenza stampa di presentazione – “propone un programma culturale dedicato agli appassionati della vela e non solo, promosso anche grazie al coinvolgimento di importanti partner del settore turistico e culturale, per offrire un’occasione nuova di avvicinamento alle regate e al tempo stesso di approfondimento di nuove tematiche”.

Il Sindaco di Duino Aurisina Devin-Nabrežina, Igor Gabrovec ha sottolineato la fortuna di poter avere sul territorio una società nautica storica, madre di tutte le attività legate al mare e ben relazionate con gli altri asset, come il Carso e la pietra di Aurisina, il turismo e la cultura. Tutte le associazioni sportive che operano nel nostro comune” – ha detto il Sindaco – “hanno un’importanza assoluta nell’avvicinamento dei giovani al mare, da vivere con rispetto e passione”.

Il programma degli eventi culturali di avvicinamento alla Bernetti si apre con l’inaugurazione, sabato 23 settembre alle ore 11.00 della mostra fotografica “LA REGATA DEL VENTO – Trofeo Bernetti” alla Portopiccolo Art Gallery – Sistiana (Duino Aurisina – TS).

Le oltre ottanta foto di Moreno Faina e Luca Ambrosio, scelte dalla curatrice Fabiola Faidiga per illustrare i momenti più evocativi della regata, dove protagonista assoluto è il dinamismo creato dalle fantastiche combinazioni di vento e mare sulla vela. L’esposizione, che presenta anche immagini di riflessione, attenzione estetica e simpatica ironia, rientra nell’ambito della rassegna “L’Energia dei Luoghi – Festival del vento e della pietra” e del progetto MAREinFVG. La mostra sarà visitabile sino a domenica 15 ottobre con orario venerdì, sabato e domenica dalle 18.00 alle 21.00, e  sabato e domenica anche dalle 10.30 alle 12.30.

“Non sarà questo l’unico collegamento con il Festival del vento e della pietra” – ha affermato il Direttore marketing della Pietas Julia, Luca Ambrosio, illustrando le diverse iniziative. Per la prima volta i premi del Trofeo Bernetti saranno realizzati con la pietra d’Aurisina proveniente dalla Cava Romana, scolpita dalla giovane artista Vanessa Carlesso Bortignon, autrice nel 2022 di un’opera per le Residenze di scultura, esposta nel parco sculture di Portopiccolo”, come ha ricordato anche la responsabile delle Residenze, Maddalena Giuffrida.

Presso la sede sociale della Società Nautica Pietas Julia, in Baia di Sistiana, saranno organizzate tre conferenze aperte a tutti, con il seguente programma:

“Professione Vela”, martedì 26 settembre, dalle ore 18.00 alle ore 19.30, moderata da Giovanna Micol, Direttore Sportivo SNPJ, due volte olimpionica.
Un appuntamento dedicato ai più giovani, a chi oggi vive la vela come sport, ma un domani potrebbe farne una professione. Dalla viva voce di alcuni atleti si capirà come hanno fatto a trasformare la passione per uno sport in una attività imprenditoriale.

Partecipanti: Francesca Clapcich (al rientro dalla storica vittoria della Ocean Race, velista professionista con partecipazione a 2 Olimpiadi, 1 Campionato del Mondo 49erFx, 2 giri del mondo, 1 solitarie du Figaro), Michele Paoletti (olimpionico, uno specialista delle classi One Design in cui ricopre il ruolo di tattico), Andrea Bussani (velista che vanta un curriculum di numerosi titoli italiani, europei e 6 mondiali), Francesco Pedrotti (Istruttore di vela e costruttore di imbarcazioni Optimist), Nicolas Starc (Vicecomandante di FlyingNikka e prossimamente idraulico per Luna Rossa), Rodolfo Taccani (professore di macchine-Università di Trieste, docente nel corso di laurea in Ingegneria meccanica e Ingegneria navale, Referente laboratorio Eco sailing – Dipartimento di Ingegneria ed architettura) e Francesco Ripandelli (progettista Audace Sailing Team – Facoltà di Ingegneria Navale dell’Università di Trieste).
Collegati da remoto: Sveva Carraro (atleta dell’Aeronautica Militare, vincitrice in classe Europa e 470 attualmente regata su 49erF, classe doppia acrobatica olimpica femminile), Nevio Sabadin (noto per la sua partecipazione al Lino Sonego Team regatando sull’ACT7), Paolo Caris (installatore di sistemi idraulici di bordo), Simone Spangaro (Operation Lead & Technical Superintendent of Zohr IMR Project) e Mattia Succi (Team leader Audace Sailing Team).

“Laura Bassi e la sua Antartide”, mercoledì 27 settembre, dalle ore 18.00 alle ore 19.30 sarà la volta dell’esperienza professionale e di vita dai racconti di Franco Sedmak, comandante della nave oceanografica italiana “Laura Bassi”, e di Giulia Matilde Ferrante, ricercatrice dell’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale – OGS.

“1960: la Società Nautica Pietas Julia da Monfalcone a Sistiana”, giovedì 28 settembre, dalle ore 18.00 alle ore 19.30, viene proposto un approfondimento attraverso le vicissitudini della società, a cura di Antonio Tommasi, Presidente Fondazione Pietas Julia: un excursus sulla storia locale e il suo intrecciarsi con la vita della società.

“Dopo le novità introdotte lo scorso anno” – ha ricordato il Direttore sportivo Giovanna Micol soffermandosi sul Trofeo – “quest’anno Bernetti ripropone la formula con il weekend di regate:
sabato 30 settembre si inizia con la Bernetti Warm-up (riservata a MAXI ed ORC già iscritti alla Bernetti), con partenza da Sistiana, prima boa al largo di Miramare e ritorno sul classico percorso della Bernetti con arrivo a Sistiana; domenica 1 ottobre invece, appuntamento per tutti alla diga vecchia di Trieste per la partenza della 52° edizione del Trofeo Bernetti, che vedrà i regatanti delle due flotte Open ed ORC misurarsi sul classico percorso attraverso l golfo di Trieste con arrivo a Sistiana.

Bernetti insomma cresce ed evolve, cambia per mantenere viva la tradizione, si fa custode della storia della vela del nostro golfo che ha contribuito a costruire e guarda al futuro ed ai giovani velisti. Tutto questo è possibile grazie al supporto dei partner istituzionali, Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Comune di Trieste, Comune di Duino-Aurisina Devin-Nabežina, alla collaborazione della Guardia Costiera, della Società Triestina della Vela e del supporto dei nostri partner privati, tra i quali Motomarine, Armare Ropes, Johnson Pump ed Azimut Investiment.

from to
Scheduled Trieste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.