Green Shakespeare: Trees, Storms, Flowers and the Moon 🗓

GREEN SHAKESPEARE: TREES, STORMS, FLOWERS AND THE MOON

da William Shakespeare

a cura di Paolo Valerio

elaborazione drammaturgica Laura Pelaschiar e Paolo Quazzolo dell’Università degli Studi di Trieste

con Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Riccardo Maranzana, Jacopo Morra, Zoe Pernici, Maria Grazia Plos
e con Alessandro Colombo, Giulio De Santi, Giacomo Faroldi, Cristina Greco, Maria Irene Minelli, Radu Murarasu, Mattia Vodopivec

danzatrice Alice Lovrinic
violino Snezana Acimovic
arpa Beatrice Tagliapietra

produzione Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia
in collaborazione con Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare

L’isola è piena di questi sussurri, di dolci suoni, rumori, armonie… A volte son migliaia di strumenti che vibrando mi ronzano agli orecchi; altre volte son voci sì soavi, che pur se udite dopo un lungo sonno, mi conciliano ancora con Morfeo, e allora, in sogno, sembra che le nuvole si spalanchino e scoprano tesori pronti a piovermi addosso; ed io mi sveglio, nel desiderio di dormire ancora

La Tempesta di Shakespeare

 

Ritorna Shakespeare nel Parco del Castello di Miramare, nell’edizione 2024 a cura di Paolo Valerio e con l’elaborazione drammaturgica di Laura Pelaschiar e Paolo Quazzolo. Lo spettacolo itinerante è interpretato dagli attori di riferimento dello Stabile, Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Riccardo Maranzana, Jacopo Morra, Zoe Pernici e Maria Grazia Plos, mentre delle guide in abiti elisabettiani, formate da studenti della Nico Pepe di Udine, collegano i vari contenuti delle  opere shakespeariane rappresentate collocando storicamente tutto nel Parco e nel Castello di Miramare. Questi giovani attori sono Alessandro Colombo, Giulio De Santi, Giacomo Faroldi, Cristina Greco, Maria Irene Minelli, Radu Murarasu e Mattia Vodopivec.

Attraversare il Parco ed i suoi giardini, avvolti nella natura, accompagnati da racconti storici ed interpretazioni di grandi opere di Shakespeare nella luce di un giorno che lascia spazio alla notte nelle splendide tonalità di un tramonto, risulta veramente magico.

Lo spettacolo rimane in scena fino alla sera del 19 luglio.

I biglietti per tutti gli spettacoli sono disponibili alla Biglietteria del Politeama Rossetti, nei punti vendita e nei circuiti consueti del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, www.ilrossetti.vivaticket.it. Da un’ora prima dell’inizio gli ultimi biglietti disponibili vengono ogni sera messi in vendita anche all’Info Point all’ingresso del Parco di Miramare, ma è fortemente consigliato l’acquisto in prevendita.

 

 

Laura Poretti Rizman

 

 

 

 

 

foto Simone Di Luca, Shakespeare a Miramare

“Un nuovo appuntamento dal 9 al 19 luglio per “Il Rossetti a Miramare 2024”: va in scena nel Parco lo spettacolo “Green Shakespeare: Trees, Storms, Flowers and the Moon”, a cura di Paolo Valerio, nell’elaborazione drammaturgica di Laura Pelaschiar e Paolo Quazzolo e interpretato dagli attori di riferimento dello Stabile.

Lo spettacolo parla di Natura, bella o tempestosa, attraverso le opere e i personaggi di Shakespeare. La rassegna nasce dalla collaborazione fra il Teatro Stabile regionale e il Museo Storico del Parco e del Castello di Miramare. I biglietti sono in vendita”.

Con “Green Shakespeare: Trees, Storms, Flowers and the Moon” dal 9 al 19 luglio alle 19.30 prosegue la rassegna “Il Rossetti a Miramare… con uno sguardo di infinito amore” che nasce collaborazione fra il Museo Storico e il Parco del Castello di Miramare ed il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, e origina un arricchimento dell’offerta turistica attraverso un raffinato programma culturale.

La produzione “Green Shakespeare: Trees, Storms, Flowers and the Moon” incarna la vocazione green che lo Stabile ha evidenziato nelle stagioni recenti e in particolare realizzando la rassegna nel Parco di Miramare in cui il Teatro stabile “abita” i meravigliosi spazi di Miramare in modo attento e rispettoso del delicato equilibrio dell’ambiente circostante.

“Green Shakespeare: Trees, Storms, Flowers and the Moon” a cura di Paolo Valerio,  parla inoltre di natura anche sul piano dei contenuti attraverso opere shakespeariane nell’elaborazione drammaturgica di Laura Pelaschiar e Paolo Quazzolo, docenti dell’Università degli Studi di Trieste.

Ancora una volta dunque si entra nella splendida natura del Parco “in punta di piedi”, senza far uso di strumentazioni invasive, senza costruire strutture spettacolari, ma semplicemente incastonando i linguaggi teatrali nelle scenografie spontanee offerte da Miramare, nell’incantata ora del tramonto.

Lo spettacolo itinerante attraversa la produzione drammaturgica di Shakespeare ispirata alla Natura, per parlare del suo controverso e sortilego rapporto con l’uomo.

Gli attori di riferimento dello Stabile -Emanuele Fortunati, Ester Galazzi, Andrea Germani, Riccardo Maranzana, Jacopo Morra, Zoe Pernici, Maria Grazia Plos – li interpretano passi che parlano di mari tempestosi, fiori, foreste, cieli notturni e sentimenti avvalendosi degli scorci più belli del Parco dove il pubblico è accompagnato da altri personaggi in costume elisabettiano – Alessandro Colombo, Giulio De Santi, Giacomo Faroldi, Cristina Greco, Maria Irene Minelli, Radu Murarasu, Mattia Vodopivec.

Per Shakespeare la Natura era la “madre benigna” che oggi si vuole preservare e proteggere, ma era anche connotata da un potente dualismo, era anche “matrigna” capace di uccidere con la sua imprevedibilità. Lo stesso colore verde, “green”, incarna ad un tempo un simbolo d’amore e rinascita e – seguendo la tradizione dei morality play – anche l’ombra minacciosa del diavolo, della malattia, dell’ossessione. Lo dimostra Jago, che il pubblico incontrerà, implacabile, nel Parco.

Lo spettacolo restituisce perfettamente questa “Duality”: il pubblico infatti ascolterà le celeberrime battute dall’“Otello” sulla gelosia, “mostro dagli occhi verdi”, ma godrà anche di un intreccio di recitazione e coreografia nell’evocare il mare, incontrerà figurazioni pacifiche o tormentate, raccontate da guerrieri o figure incantate come Ariel…

E poi gli alberi del Parco divengono le dolci foreste di “As you like it” ed i boschi del “Sogno di una notte di mezza estate” dove dei buffi comici inviteranno gli spettatori a recitare con loro… E la poesia della luna, e il fascino senza tempo dei fiori: coltivati dall’Arciduca nelle serre, ed evocati nei passi delicati di “Racconto d’inverno”, nelle ultime parole pronunciate da Ofelia, o dalla presaga “Canzone del Salice” della sfortunata Desdemona. Ofelia, Graziano, Puck attenderanno gli spettatori rapendoli fra mille emozioni.

biglietti per tutti gli spettacoli sono disponibili alla Biglietteria del Politeama Rossetti, nei punti vendita e nei circuiti consueti del Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, www.ilrossetti.vivaticket.it. Da un’ora prima dell’inizio gli ultimi biglietti disponibili vengono ogni sera messi in vendita anche all’Info Point all’ingresso del Parco di Miramare. È fortemente consigliato l’acquisto in prevendita. Il prezzo dei biglietti sarà di €20 (Intero) e €17 (ridotto)

Il successivo appuntamento della rassegna “Il Rossetti a Miramare” sarà “Discorsi amorosi da ascoltare e leggere al tramonto!” dal 20 al 24 luglio nel porticciolo: ricordiamo che gli spettatori sono invitati a segnalare la loro poesia d’amore preferita e la giornata in cui saranno allo spettacolo. Ogni sera una poesia selezionata fra quelle segnalate dal pubblico alla mail ilaria.lucari@ilrossetti.it sarà interpretata dagli attori dello spettacolo.

from to
Scheduled ical Google outlook Arte e spettacolo Trieste

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.