Olimpiade dele Clanfe 2023

Apertura delle iscrizioni per l’Olimpiade dele Clanfe 2023

Sono aperte ufficialmente le iscrizioni per la sedicesima edizione dell’Olimpiade delle Clanfe, l’atteso evento annuale dell’estate triestina.
L’appuntamento è per sabato 29 luglio a partire dalle ore 14 presso lo Stabilimento Ausonia.
Anche quest’anno, la Giuria sarà composta esclusivamente da donne.
Le giurate saranno la social media strategist Tania Andreutti, la giornalista Micol Brusaferro, la maker e divulgatrice scientifica Gaya Fior, l’attrice-autrice Sabrina Gregori, l’ideatrice della rivista in lingua inglese InTrieste Maria Kochetkova e la cantante Dorina, che ricoprirà il ruolo di Giudice Artistico.
Come consuetudine vuole, la votazione della Giuria dell’Olimpiade dele Clanfe può venir influenzata dalla corruzione, ma solo attraverso cibi e bevande.
Questa scelta accompagna l’evento sin dalla sua prima edizione ed è giustificata dal desiderio degli organizzatori di utilizzare l’ironia per sensibilizzare il pubblico su questa disdicevole pratica. Il corruttore dell’Olimpiade dele Clanfe deve avere il coraggio di ammettere il suo atto illecito e denunciarsi pubblicamente. Quando l’entità della corruzione diventa eccessiva, il pubblico-spettatore viene invitato a ribellarsi, recandosi al tavolo dei corrotti per soddisfare la propria fame e sete.
La formula dell’evento è consolidata: ogni partecipante sceglie un tuffo tra quelli della tradizione balneare triestina, come clanfa, bomba o kamikaze, aggiungendo variazioni di stile come applausi in volo, urla di battaglia, salti mortali, avvitamenti, mantelli, travestimenti e altro ancora.
La Giuria valuta sia la tecnica che l’entità dello schizzo prodotto, il vero obiettivo di ogni sano clanfador.
Inoltre, viene assegnato un voto anche al “morbin” ovvero l’abilità nel divertire il pubblico con gag e coreografie degne di un vero e proprio carnevale estivo che nel corso degli anni ha visto tuffatori presentarsi in pedana pedalando su un triciclo, oppure vestiti da sciatori, o cercando di volare con palloncini ad elio o addirittura cosparsi di uova e farina pronti per essere panati.
I golosi 5 punti assegnati al “morbin” hanno spesso fatto la differenza.
L’Olimpiade dele Clanfe è nata per gioco nel 2008, ma ha da subito riscontrato un notevole successo, crescendo in modo esponenziale sia in termini di popolarità che di partecipazione.
Nella sua edizione inaugurale, contava solo una sessantina di tuffatori, ma oggi il numero di concorrenti si avvicina ai 200.
Ne consegue che l’evento offre un’esperienza di intrattenimento di circa quattro ore.
L’Olimpiade dei Clanfe accoglie partecipanti di diverse generazioni, con un’ampia fascia di età che va dai 4 agli 82 anni.
“Se vogliamo, è proprio questo il vero valore della manifestazione” spiega Mauro Vascotto, patron dell’evento, “Si tratta di unire diverse generazioni, spesso intere famiglie, padri e figli, ma anche nonni e nipoti si tuffano fianco a fianco. La filosofia dell’evento ambisce a cementare i legami familiari e di amicizia, nel contesto della competizione, ma soprattutto nel tipico spirito del morbin triestino. Organizzare tutto ciò richiede un grande impegno e uno sforzo considerevole da parte di tutti i soci e volontari dell’Associazione di Promozione Sociale SPIZ”.
I partecipanti sono suddivisi in categorie in base all’età: Pice e Pici fino agli 11 anni, Mulete e Muleti dai 12 ai 15 anni, Mule e Muli dai 16 ai 25 anni, Mulone e Muloni dai 26 ai 40 anni, Babe e Mati dai 41 ai 50 anni, e infine Vece Marantighe e Vece Bobe per gli over 50.
Gli atleti che presenteranno tuffi più elaborati e performanti finiscono nella categoria UFO.
L’appuntamento è quindi per sabato 29 luglio alle 14 con la classica cerimonia di apertura durante la quale sarà alzata la bandiera olimpica (con le clanfe al posto dei classici cerchi).
A seguire i tuffi veri e propri che, vista l’inagibilità perdurante della piscina dello stabilimento Ausonia, anche quest’anno si effettueranno dalla pedana fissa, particolare che però trova l’apprezzamento dei veri puristi delle clanfe, da sempre eseguite da scogli, moli o dalle terrazze dei Topolini di Barcola.
———————————————————————————————————————————-
[ENG]
Opening of registrations for the Clanfe Olympics 2023
The registrations for the sixteenth edition of the Clanfe Olympics, the anticipated annual event in Trieste, are now officially open.
The event will take place on Saturday, July 29th, starting at 2 PM at Ausonia Beach Club.
This year, once again, the Jury will be composed exclusively of women.
The jurors will be social media strategist Tania Andreutti, journalist Micol Brusaferro, maker and science communicator Gaya Fior, actress-author Sabrina Gregori, creator of the English magazine InTrieste Maria Kochetkova, and singer Dorina, who will serve as the Artistic Judge.
As tradition dictates, the voting of the Clanfe Olympics Jury can be influenced by corruption, but only through food and beverages.
This choice has accompanied the event since its first edition and is justified by the organizers’ desire to use irony to raise awareness among the public about this reprehensible practice.
The corruptor of the Clanfe Olympics must have the courage to admit their illicit act and publicly denounce themselves.
When the extent of corruption becomes excessive, the audience is invited to rebel by going to the table of the corrupt to satisfy their hunger and thirst.
The formula of the event is well established: each participant chooses a dive from those of the Trieste bathing tradition, such as “clanfa,” “bomba,” or “kamikaze,” adding variations in style such as applause in mid-air, battle cries, somersaults, twists, capes, disguises, and more.
The jury evaluates both the technique and the magnitude of the splash produced, the true objective of every skilled “clanfador.” Additionally, a score is also given for the “morbin,” which refers to the ability to entertain the audience with gags and choreographies worthy of a real summer carnival. Over the years, divers have appeared on the platform riding tricycles, dressed as skiers, attempting to fly with helium balloons, or even covered in eggs and flour ready to be breaded.
The coveted 5 points awarded for “morbin” have often made the difference.
The Clanfe Olympics were born as a game in 2008 but immediately achieved remarkable success, growing exponentially in terms of popularity and participation. In its inaugural edition, it only had about sixty divers, but today the number of participants approaches 200.
As a result, the event offers an entertainment experience of approximately four hours.
The Clanfe Olympics welcomes participants from different generations, with a wide age range ranging from 4 to 82 years old.
“If we want, this is precisely the true value of the event,” explains Mauro Vascotto, the event’s patron. “It’s about bringing together different generations, often entire families, fathers and sons, but also grandparents and grandchildren diving side by side. The philosophy of the event aims to strengthen family and friendship bonds within the context of competition, but above all in the typical spirit of the Triestine morbidness. Organizing all this requires great commitment and considerable effort from all the members and volunteers of the SPIZ Social Promotion Association.”
Participants are divided into categories based on age: Pice and Pici up to 11 years old, Mulete and Muleti from 12 to 15 years old, Mule and Muli from 16 to 25 years old, Mulone and Muloni from 26 to 40 years old, Babe and Mati from 41 to 50 years old, and finally Vece Marantighe and Vece Bobe for those over 50.
Athletes who perform more elaborate and impressive dives end up in the UFO category.
The event is scheduled for Saturday, July 29th at 2 p.m., with the traditional opening ceremony during which the Clanfe flag will be raised instead of the classic rings of the Olympic flag.
Following the opening ceremony, the actual dives will take place. Due to the ongoing inaccessibility of the Ausonia facility’s pool, this year’s dives will also be performed from a fixed platform, a detail that, however, is appreciated by true Clanfe purists who have always executed them from rocks, jetties, or the terraces of the Barcola Topolini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.